• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2010 » Niente rimpatrio con il genitore che non ha esercitato il diritto di visita, 13 gennaio 2010
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Niente rimpatrio con il genitore che non ha esercitato il diritto di visita, 13 gennaio 2010

Il rimpatrio del minore non può essere concesso se il genitore che lo chiede non ha esercitato il diritto di visita e non ha quindi partecipato alla vita del bambino.

Intervenendo ancora sul tema dei figli contesi la Cassazione (sentenza n. 252 del 12 gennaio 2010) a pochi giorni di distanza dalla sentenza della Corte di giustizia, ha fissato un altro importante paletto agli spostamenti dei figli fra i paesi d'origine dei genitori.

In caso di sottrazione di minore, hanno in sostanza motivato i giudici di legittimità, il genitore non affidatario può pretendere il rimpatrio del figlio solo qualora abbia esercitato precedentemente con regolarità il "diritto di affidamento e di visita". Infatti in caso contrario, a tutela della situazione psicologica del bambino, il tribunale potrebbe legittimamente negare l'istanza.

Chiedi informazioni Stampa la pagina