• facebook

Home » Attualità » Interviste » Nicla Vassallo, filosofa
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Nicla Vassallo, filosofa

Festival della scienza
"Conoscenza, fiducia, democrazia"

Alessandra Viola intervista Nicla Vassallo

Intervista 1.11.2011

La trasmissione di conoscenza si colloca tra gli obiettivi nodali della comunicazione. Ma cosa intendiamo con i concetti di "comunicazione" e "conoscenza"? E quali sono le loro modalità più efficaci, nonché attendibili? Scopriamo qui cosa vuol dire comunicare nel terzo millennio, in un mondo dominato dalla volontà di esprimersi e da mezzi preponderanti come telefoni, cellulari, sms, e-mail, blog, social network, radio, televisioni e Internet. Possiamo ancora identificare con chiarezza da chi viene il messaggio e chi è il soggetto cognitivo? Nel tentativo di individuare gli attori della comunicazione in una comunità che condivide fiducie, speranze e valori, cerchiamo di scoprire se esistono ancora luoghi dove rimangono praticabili comunicazioni e conoscenze libere. Esploriamo inoltre il panorama odierno della trasmissione dei saperi e cerchiamo di capire quando sia modificato dalle nuove tecnologie. Questi mezzi incidono più di uno spazio conversazionale, reale, tangibile, pubblico, in cui ci si parla e ci si ascolta "di persona", con mente e corpo? Oppure, questo spazio pubblico, una volta garante delle democrazie, sta assumendo le caratteristiche di una società degna della fantasia di Orwell?

Nicla Vassallo, specializzatasi al King's College London, Professore Ordinario di Teoretica, è filosofa di fama. Tra la sua autorevole produzione scientifica: Per sentito dire: conoscenza e testimonianza (Feltrinelli) in qualità di autrice; Piccolo trattato di epistemologia (Codice Edizioni), Reason and Rationality (Ontos Verlag), Terza cultura (il Saggiatore) in qualità di co-curatrice.
Chiedi informazioni Stampa la pagina