• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2011 » Molestie sessuali: lecito il no all'incidente probatorio col minore anche se la scelta del pm è insindacabile, 21 dicembre 2011
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Molestie sessuali: lecito il no all'incidente probatorio col minore anche se la scelta del pm è insindacabile, 21 dicembre 2011

Molestie sessuali: lecito il no all'incidente probatorio col minore anche se la scelta del pm è insindacabile
Eurocompatibile la norma Cpp che non impone la deposizione "protetta" a tutte le vittime più vulnerabili

Lussemburgo promuove Roma. Superano l'esame di eurocompatibilità l'articolo 392 e seguenti del codice di procedura italiano, nonostante la deposizione della vittima minorenne di abusi sessuali attraverso l'incidente probatorio non sia un obbligo a carico del pm né il rifiuto della pubblica accusa risulti impugnabile davanti al giudice. È quanto emerge dalla sentenza pronunciata nella causa 507/10 dalla Corte di giustizia europea.

Chiedi informazioni Stampa la pagina