• facebook

Home » Rubriche » Filosofia al femminile » Il maniaco dell'impermeabile: suggerimenti per le mamme
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Il maniaco dell'impermeabile: suggerimenti per le mamme

Dal punto di vista filosofico non entro nel merito della patologia del maniaco, il mio compito è trovare una strada per aiutare le persone a risolvere e a prevenire il disagio causato dalle circostanze della vita.
Chi importuna i bambini ha un disturbo che gli fa trarre piacere dallo stupore e dall'innocenza infantile ed è proprio questo candore che dobbiamo tutelare prima che fatti spiacevoli accadano. Sono avvenimenti piuttosto comuni e ricorrenti, è una "moda" antica e per questo i figli vanno preparati.
Per prima cosa i genitori non devono avere timore di mostrare il proprio corpo, la conoscenza dei genitali fa sì che essi non siano qualcosa di nuovo e questo aiuta i bambini a non rimanere scioccati: non ci si stupisce di fronte a ciò che si conosce. Inoltre l'esibizionista si disincentiva e non trova più piacere se la sua vittima rimane impassibile non per lo choc, ma per puro disinteresse. Secondo punto importante è la spiegazione del fatto increscioso alla bambina.
E qui suggerisco di ricorrere al gioco di fantasia, con una spiegazione plausibile si può evitare il turbamento della piccola vittima.
Possiamo raccontarle che il signore che ha visto masturbarsi era preda di un irrefrenabile bisogno di fare pipì e non essendo molto educato non si è vergognato di farla in pubblico mostrando ciò che non si mostra a tutti.
Poi col tempo e al momento giusto racconteremo la verità, nel frattempo mettiamo in atto la prevenzione che è anche conoscenza del corpo; ricordiamo inoltre che un po' di diffidenza verso gli sconosciuti deve essere insegnata.
Prendendo esempio dai genitori della piccola non smettiamo, infine, di denunciare questi fatti alle autorità, ma non fermiamoci solo a questo: credo che una bella ramanzina, magari pubblica, all'adescatore possa essere, in tanti casi, un valido deterrente.

Maria Giovanna Farina

Chiedi informazioni Stampa la pagina