• facebook

Home » Rubriche » Filosofia al femminile » Impara ad usare il silenzio
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Impara ad usare il silenzio

Il silenzio in certi casi è più utile di tante parole.
Non dobbiamo confondere il silenzio con la rinuncia a difenderci dai soprusi, non si tratta di tacere per non avere il coraggio di parlare, ma di tacere per spingere l'altro e metterlo nelle condizioni di aprirsi.
Facciamo alcuni esempi. Quando un'amica ci racconta un'esperienza, un sogno o un fatto più o meno tragico lasciamola dire anche se a noi è capitato qualcosa di simile o di interessante: non è il caso di precipitarci nel racconto, diamo invece ascolto interessato al suo discorso.
Ciò oltre ad essere altruistico, permette all'altra di aprirsi e ci dà la possibilità di non perdere particolari interessanti applicabili magari nella nostra vita quotidiana.
Poniamo un altro caso in cui la nostra amica sta parlando e non riesce a ricordare una o più parole: non imbocchiamola subito, lasciamole il tempo di riflettere e trovare autonomamente il modo di completare il discorso. Se troverà da sola la parola mancante si sentirà più gratificata ed avrà maggior desiderio in futuro di parlare con noi; a volte ci lamentiamo di non essere cercate dalle amiche forse perché, senza accorgerci, non diamo loro il giusto spazio silenzioso.
Infine se stiamo scegliendo la località per le vacanze insieme al nostro partner, ricordiamo che se lui sta leggendo il depliant di un'agenzia e vorremmo che scegliesse la nostra opzione, dobbiamo tacere.
Per la maggior parte della persone è molto difficile fare due cose contemporaneamente e un nostro comportamento incalzante gli impedisce di capire creando nervosismo con il conseguente rifiuto della nostra proposta. Nel mondo tutto è uno spazio o qualcosa per riempirlo, se taccio sarà l'altro a parlare spinto dal bisogno innato di riempire il vuoto e con buone probabilità dirà qualcosa di interessante, senza dimenticare che sarà più propenso ad accettare ciò che proponiamo.


Maria Giovanna Farina

Chiedi informazioni Stampa la pagina