• facebook

Home » Attualità » Interviste » Arianna Huffington, fondatrice dell'Huffington Post
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Arianna Huffington, fondatrice dell'Huffington Post


Abbiamo l'onore di parlare con Arianna Huffington, una delle donne più influenti al mondo nel campo dei media e della comunicazione digitale, fondatrice del blog Huffington Post, il network più seguito a livello internazionale, che ha da poco inaugurato l'edizione italiana. Il primo incontro con lei è avvenuto proprio alla presentazione a Roma di questa nuova avventura editoriale. Nonostante i numerosi impegni in giro per il mondo e l'attenzione per la campagna elettorale statunitense, Arianna Huffington ha guardato con interesse il nostro blog ritagliandosi del tempo per un'intervista.

Partiamo da internet, l'ambito in cui l'Huffington Post è diventato un vero e proprio caso da manuale. Lei ritiene che la crescita della diffusione di internet e delle professioni legate al web possano aiutare le donne in Italia a entrare nel mercato del lavoro e a gestire meglio il work-life balance?

Il fatto di avere più donne che svolgano professioni legate al web è senz'altro una doppia vittoria. Consideriamo il primo aspetto: ciò significa avere più opportunità per le donne di mettere in campo la loro creatività, il loro ingegno e l'empatia, di mettersi in gioco sul lavoro e confrontarsi col mercato. Ma le donne sono anche meglio attrezzate per aiutarci a ridefinire il successo, ristabilire la saggezza e un senso di prospettiva, così carenti nella cultura del lavoro, tradizionalmente "machista", e quindi ad aiutarci a riscoprire un equilibrio tra vita e lavoro.

Quanto sono importanti il personal branding sul web e il networking online per le donne in carriera? E quali errori andrebbero evitati?

Il personal branding e il networking su internet possono essere molto importanti. Viviamo in un'età dell'oro dell'engagement, non era mai accaduto che le persone potessero come oggi utilizzare le tecnologie per condividere le loro storie, i loro percorsi. Mentre i primi anni di internet erano caratterizzati dalla ricerca casuale, qualcosa di nuovo è emerso: la ricerca di un significato più grande. Come donne, non abbiamo sempre avuto l'opportunità degli uomini di far sentire la nostra voce, e questa età dell'oro significa che siamo oggi sempre più in grado di raccontare le storie che ci preoccupano di più. Tuttavia, ci sono errori da evitare. Con tutti gli strumenti potenti a nostra disposizione per generare conoscenza e apportare cambiamenti, c'è anche la tentazione di rendere "feticci" i social e la comunicazione virale - che possono essere modi per diffondere una comunicazione ricca di significato - per il proprio unico interesse. Tutti i giorni sono invitata a conferenze stampa con interventi su come utilizzare i social network per amplificare i nostri messaggi. Ma sono pochi coloro che sembrano preoccuparsi di quale messaggio sia importante veicolare. Come disse Thoreau nel 1854, "Stiamo per costruire in fretta un telegrafo magnetico dal Maine al Texas ma il Maine e il Texas non hanno probabilmente nulla di importante da comunicare".

Lei è un modello internazionale per tutte le donne manager e imprenditrici. Qual è il segreto di Arianna Huffington che una donna dovrebbe conoscere per migliorare la sua carriera?

Non è importante quanto fai o il grado di successo che riuscirai a raggiungere, sii fedele al tua dna, a qualunque fosse il tuo progetto originale. In altre parole, non farti assorbire da qualcosa che ti induce a dimenticare il perché di quello che stai facendo.


Chiedi informazioni Stampa la pagina