• facebook

Home » Donne Oggi » Appelli - Comunicati - Segnalazioni » Lancio del Rapporto Unfpa - AIDOS
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Lancio del Rapporto Unfpa - AIDOS

Comunicato stampa

Lancio del Rapporto Unfpa

Lo stato della popolazione nel mondo 2012

"Per scelta, non per caso.

Pianificazione familiare, diritti umani e sviluppo"

Sala Stampa Estera

Via dell'Umiltà 83/c, Roma

14 novembre 2012 ore 11.00

"La salute sessuale è riproduttiva è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale... su tutti gli aspetti relativi all'apparato riproduttivo, ai suoi processi e alle sue funzioni. La salute riproduttiva implica che le persone abbiano una vita sessuale soddisfacente e sicura, che abbiano la possibilità di procreare e la libertà di decidere se, quando e quanto spesso farlo."

dal Programma d'azione della Conferenza internazionale su popolazione e sviluppo, par.7.2

Se decidere il numero di figli e il momento in cui averli appaiono scelte scontate in quasi tutti i paesi sviluppati e tra le classi dirigenti dei paesi del Sud del mondo, non è così per molte persone, comunità e paesi in via di sviluppo. La pianificazione familiare è oggi globalmente riconosciuta come un diritto della persona all'interno del più ampio quadro dei diritti umani.

Ma è davvero così? Il diritto alla pianificazione familiare è stato effettivamente garantito a ogni individuo in tutte le parti del mondo o è rimasto solo sulla carta? Chi sono le persone che ancora non possono esercitare appieno il diritto alla pianificazione familiare?

E ancora: quali sono i benefici sociali ed economici e i costi della pianificazione familiare? Cosa devono fare gli Stati e la comunità internazionale per rendere effettivo questo diritto e fare in modo che la nascita di un figlio/figlia sia una scelta e non un caso?

Queste sono solo alcune delle domande a cui risponde il Rapporto sullo stato della popolazione nel mondo 2012 dell'Unfpa(Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione) "Per scelta, non per caso. Pianificazione familiare, diritti umani e sviluppo", la cui edizione italiana, curata da AIDOS, Associazione italiana donne per lo sviluppo, è presentata, in contemporanea mondiale, il 14 novembre alle ore 11.00 presso la Sala Stampa Estera di Roma.

Il Rapporto si basa sulle ultime ricerche che documentano gli effetti positivi che la pianificazione familiare ha sulla salute, l'incremento sull'istruzione e sulla riduzione della povertà. E se le ricerche tradizionali in materia si concentrano soprattutto sui bisogni insoddisfatti di pianificazione familiare di donne e ragazze, il Rapporto Unfpa 2012 prende in considerazione anche uomini, ragazzi, anziani, disabili, persone non sposate, minoranze etniche, rifugiati, migranti, lavoratrici del sesso e persone affette da Hiv/Aids.

Inoltre, il Rapporto suggerisce azioni ai governi e alle organizzazioni internazionali affinché a ognuno sia dato il potere di decidere liberamente e responsabilmente quando e quanti figli/e avere.

Ne discutono:

Staffan De Mistura, Sottosegretario agli Affari Esteri

Silvana Salvini, Professore ordinario di Demografia, Università di Firenze

Giulia Vallese, Responsabile risorse e finanziamenti, Unfpa

Coordina:

Daniela Colombo, Presidente di AIDOS, Associazione italiana donne per lo sviluppo

Chiedi informazioni Stampa la pagina