• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2013 » Via libera ai modelli 730 e 770, ordinario e semplificato. Scadenze: 30 aprile, 31 maggio e 31 luglio, 17 gennaio 2013
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Via libera ai modelli 730 e 770, ordinario e semplificato. Scadenze: 30 aprile, 31 maggio e 31 luglio, 17 gennaio 2013

Via libera ai modelli 730 e 770, ordinario e semplificato. Scadenze: 30 aprile, 31 maggio e 31 luglio
Dipendenti, pensionati, sostituti d'imposta e intermediari interessati ai moduli. Sulle rendite finanziarie tassazione unificata al 20 per cento

Debuttano i modelli di dichiarazione fiscale, che da provvisori diventano definitivi. Dopo il pacchetto Iva (Iva/2013, Iva Base/2013 e Iva 26Lp/2013), l'Agenzia delle entrate approva altri tre modelli dichiarativi da utilizzare quest'anno con i provvedimenti del 17 gennaio. Si tratta del 770 ordinario, del 770 semplificato, riservati ai sostituti d'imposta, e del 730 (tutti i modelli sono qui disponibili come documenti correlati).

Dipendenti e pensionati
Il modello 730/2013 è quello più diffuso perché diretto ai lavoratori dipendenti e ai pensionati. Nella versione definitiva, ci sarà lo spazio dedicato all'Imu e le numerose modifiche intervenute a proposito della disciplina che regola le detrazioni d'imposta previste per i lavori di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico. Le scadenze? Il calendario non cambia: le date utili per la presentazione sono il 30 aprile, se si fruisce dell'assistenza fiscale fornita dal proprio sostituto d'imposta, il 31 maggio se ci si rivolge a Caf o a professionisti abilitati.

Facile e complicato
Entrambi i modelli 770, il semplificato e ­l'ordinario, devono essere presentati entro il 31 luglio. Il modello 770 semplificato è utilizzato dai sostituti d'imposta per dichiarare i dati fiscali relativi alle ritenute operate nel 2012 sulle somme corrisposte a titolo di redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati, indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, nonché i dati contributivi, previdenziali e assicurativi e quelli relativi all'assistenza fiscale prestata nel 2012 per il periodo d'imposta precedente. Tra le novità da segnalare, la maggiore deduzione relativa ai contributi versati per i lavoratori alla prima occupazione. Devono, invece, compilare il 770 ordinario i sostituti d'imposta, gli intermediari e gli altri soggetti alle prese con operazioni fiscalmente rilevanti e che, per questo motivo, sono tenuti a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazioni e redditi di capitale erogati nel 2012. Tra le novità più significative inserite nella versione 2013 del modello, l'unificazione della tassazione delle rendite finanziarie al 20 per cento (articolo 2, comma 6, del Dl 138/11).

Chiedi informazioni Stampa la pagina