• facebook

Home » Donne Oggi » Testimonianze » ONE BILLION RISING - 14 febbraio 2013
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

ONE BILLION RISING - 14 febbraio 2013

14 febbraio 2013

Svegliati ! Balla! Partecipa !

UN'AZIONE GLOBALE PER FERMARE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE LE BAMBINE LE RAGAZZE DEL MONDO.

Oggi, una donna ogni tre subirà violenza sul nostro pianeta.

ONE BILLION RISING, la campagna lanciata da Eve Ensler nel 15° anniversario del V-Day, è l'invito ad un'azione globale e nasce dalla volontà di fermare in ogni modo e con ogni mezzo non violento, il perpetrarsi della strage in atto sulla nostra terra. Su una popolazione mondiale di circa 7 miliardi di persone, la violenza riguarda il destino di più di un miliardo di donne e ragazze nel mondo.

ONE BILLION RISING - Svegliati! Balla! Partecipa!

A sostegno del miliardo di vittime Eve Ensler risponde con una visione : "Un miliardo di donne violate è un'atrocità, un miliardo di donne che ballano è una rivoluzione". L'invito di Eve Ensler è quello di creare attraverso il ballo una forma di protesta celebrativa e non violenta, con la volontà di trasformare il 14 febbraio 2013 in una giornata di riscatto universale contro le ingiustizie che le donne sopportano.

All'iniziativa ONE BILLION RISING 14.02.2013 hanno aderito attivisti, artisti, ministri, leader di movimenti sociali, membri del parlamento e migliaia di associazioni ed organizzazioni di 160 paesi del mondo, da Amnesty International a Se Non Ora Quando? con il supporto di testimoni come Robert Redford, Yoko Ono, Naomi Klein e Laura Pausini.

ONE BILLION RISING non appartiene ad alcuna organizzazione politica o partitica, è un evento autogestito. Per le adesioni in Italia:

www.facebook.com/groups/onebillionitalia

http://obritalia.livejournal.com/

Sul sito www.onebillionrising.org è possibile trovare video, notizie costantemente aggiornate, foto, informazioni su come unirsi alla campagna e molto altro in

In Italia ONE BILLION RISING è curata dal comitato Vday Modena con l'adesione dell'Accademia Nazionale di Danza , Se Non Ora Quando? , D.I.RE Donne in rete contro la violenza

14 febbraio 2013. Svegliati ! Balla ! Partecipa!

Contatti

Nicoletta Corradini: nico@onebillionrising.org

Elena Montorsi: elena@onebillionrising.org

Nicoletta Billi : nicolettabilli@gmail.com

Per informazioni e organizzazione eventi: obritalia.livejournal.com

ONE BILLION RISING

Con l'adesione di attivisti provenienti da 160 paesi, il sito OneBillionRising.org sarà il fulcro organizzativo per la giornata mondiale della campagna prevista il 14 febbraio 2013. Il sito è stato lanciato con un cortometraggio di Eve Ensler e della regista sudafricana Tony Stroebel girato in 9 paesi (vday.org/shortfilm) e con l'inizio di una serie di video intitolata "I Am Rising....". Insieme a diversi articoli, la serie è stata diffusa nell'arco di una settimana dal quotidiano britannico The Guardian, insieme a un contributo esclusivo di Eve Ensler e video-testimonianze della deputata inglese Stella Creasy e di personalità come Rosario Dawson, Jane Fonda, Robert Redford, Fatou Bensouda, Ai-jen Poo, Jane Mukuninwa, Ruby Wax e come l'atleta olimpionica Nicola Adams, con l'obiettivo di spingere donne e uomini di tutto il mondo a unirsi alla campagna ONE BILLION RISING.

In seguito all'espansione globale di ONE BILLION RISING, Eve Ensler, autrice pluripremiata de I monologhi della vagina, attivista e fondatrice del V-Day, affronterà un tour mondiale facendo tappa in Messico, Guatemala, Perù, India, Cina, Filippine, Gran Bretagna, Francia e nella Repubblica Democratica del Congo, iniziando a New York City e finendo il 14 febbraio 2013 proprio nel Congo, con un evento che sarà trasmesso in tutto il mondo.

"Quando abbiamo iniziato il V-Day 14 anni fa, avevamo l'idea 'scandalosa' di poter porre fine alla violenza contro le donne" dice Eve Ensler. "La campagna ONE BILLION RISING rappresenta un incremento, un'amplificazione, un'espansione globale di quell'idea. Quando il prossimo 14 febbraio 1 miliardo di corpi si solleverà e danzerà, saremo uniti in un'energia comune e in un obiettivo comune e scuoteremo il mondo portandolo a una nuova consapevolezza. Danzare comporta l'occupazione di uno spazio. Non c'è una direzione esatta dove andare ma noi ci andremo insieme. È un atto pericoloso, gioioso, sessuale, sacro, distruttivo. Infrange le regole e può accadere in ogni luogo e in ogni tempo, con ogni persona. È gratuito e nessuna azienda può prenderne il controllo. Ci unisce e ci spinge avanti. È contagioso e si espande velocemente. È un atto che appartiene al corpo. È trascendente."

Dall'inizio della campagna, nel febbraio del 2012, ONE BILLION RISING ha preso un incredibile slancio, riunendo migliaia di sostenitori in 160 paesi e guadagnando l'appoggio di politici, artisti, scrittori, celebrità, intellettuali, attivisti, organizzazioni senza scopo di lucro, sindacati e aziende di tutto il mondo. Fino a oggi:

· La campagna ha raggiunto milioni di attivisti in tutto il mondo; donne e uomini di 160 paesi hanno aderito per partecipare a ONE BILLION RISING, dall'Afghanistan all'Australia, dal Sudafrica alla Gran Bretagna, dall'Egitto a Cuba.

· Artisti, attori e attivisti come Rosario Dawson, Jane Fonda, Robert Redford, Ai-jen Poo, Fatou Bensouda, Dr. Denis Mukwege, Jane Mukininwa, la deputata Stella Creasy e l'atleta Nicola Adams hanno registrato una serie di videointerviste diffuse sul quotidiano inglese The Guardian insieme a un contributo esclusivo di Eve Ensler.

· Scrittori e intellettuali come Carole Bebelle, Tantoo Cardinal, Kate Clinton, Kimberle Crenshaw, Mona Eltahawy, Laura Flanders, Adam Hochschild, Derrick Jensen, Naomi Klein, Dr. Denis Mukwege, Christiane Northrup, Terry Tempest Williams, stanno contribuendo al sito della campagna con articoli in cui si dimostra la connessione tra la povertà, la guerra e l'epidemia di violenza contro le donne.

· Migliaia di organizzazioni, comprese Amnesty International USA, Equality Now, Global Fund for Women, Global Green USA, International Rescue Committee, NOW, Omega Institute, OXFAM Australia, Planned Parenthood Federation of America, Sonke Gender Justice e Women Thrive Worldwide attiveranno i loro network per ONE BILLION RISING.

· I maggiori sindacati degli Stati Uniti sostengono la campagna, far cui Family Values at Work Coalition, Jobs with Justice, The National Domestic Workers Alliance, NNU, The United Steelworkers e Working America. Anche i più grandi sindacati delle Filippine e della Gran Bretagna, Kilusang Mayo Uno e UNITE, hanno aderito.

· Gli eventi promossi da ONE BILLION RISING si svolgeranno in luoghi famosi in tutto il mondo, inclusi la cattedrale di St. John The Divine a New York, la Grace Cathedral di San Francisco, il Parlamento Britannico, e la Città della Gioia a Bukavu, nel Congo.

· Sostenitori celebri come Jessica Alba, Sally Field, Anne Hathaway, Donna Karan, Jennifer Lawrence,Idina Menzel, Thandie Newton, Yoko Ono, Laura Pausini, Lily Tomlin, Kerry Washington e molti altri, si sono fatti portavoce del movimento.

· Membri di diversi partiti del Parlamento Europeo, che hanno messo in scena I monologhi della Vagina lo scorso marzo, stanno organizzando eventi in tutta Europa, inclusi conferenze e workshop ospitati dal Model European Parliament per sostenere la campagna.

· Il ministro francese per i diritti della donne, Najat Vallaud Belkacem, ha aderito alla campagna in seguito a un workshop organizzato dalla deputata Stella Creasy nel Parlamento britannico per discutere su come sfruttare al meglio la forza del movimento e promuovere delle leggi per i diritti delle donne.

· www.onebillionrising.org

· segui il V-Day su Facebook

· condividi ONE BILLION RISING con i tuoi contatti

· condividere il film vday.org/shortfilm

· gira un video per la serie "I Am Rising/ Io Partecipo perchè ..."

· e condividilo su OneBillionRising.org

Sul V-Day

Il V-Day è un movimento globale nato per porre fine alla violenza contro donne e ragazze. A questo scopo, combina attività divulgativa e raccolta di fondi attraverso eventi di beneficenza legati a I monologhi della vagina, opera pluripremiata della fondatrice Eve Ensler, e ad altre attività artistiche. Solo nel 2012 oltre 5.800 eventi benefici sono stati organizzati in tutto il mondo da attivisti volontari, con l'obiettivo di rendere consapevoli milioni di persone sulla realtà della violenza contro donne e ragazze. Fino a oggi, il V-Day ha raccolto oltre 90 milioni di dollari; sensibilizzato milioni di persone; organizzato campagne mediatiche educative internazionali; riaperto case-rifugio; finanziato oltre 13.000 programmi anti-violenza e comunità di aiuto in paesi come la Repubblica Democratica del Congo, Haiti, Kenya, South Dakota, Egitto, Iraq. Più di 300 milioni hanno assistito nel mondo agli eventi del V-Day. Il V-Day ha inoltre ricevuto numerosi riconoscimenti, inclusi il Worth Magazine's 100 Best Charities e il Marie Claire Magazine's Top Ten Charities, classificandosi tra le organizzazioni più quotate su Philanthropedia/Guidestar e Great Nonprofits. www.vday.org

Chiedi informazioni Stampa la pagina