• facebook

Home » Attualità » Consigli di lettura » Non lasciarmi andare via, di Maria Di Lorenzo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Non lasciarmi andare via, di Maria Di Lorenzo

Non lasciarmi andare via
di Maria Di Lorenzo


Un'indimenticabile infanzia nell'isola a forma di cuore. Una struggente storia d'amore nello scenario incantevole della Sicilia degli anni sessanta. Un passato oscuramente legato al presente col filo doppio di un segreto inconfessabile. Un viaggio fisico ed emotivo attraverso la malattia e il dolore per riscoprire la forza di una rinascita esistenziale, imprevedibile e desiderata, come la vita.

Maria Di Lorenzo - Scrittrice e giornalista culturale, autrice di cinema e di teatro, ha pubblicato fino ad oggi una quindicina di libri compresi nei generi narrativa, poesia e saggistica. Dopo gli studi classici si è laureata col massimo dei voti in Lettere Moderne all'Università di Urbino, con una tesi di carattere psicoanalitico su Giacomo Leopardi. Ha quindi lavorato come giornalista per il quotidiano "Il Tempo", per la RAI e per altre testate italiane. Attualmente è direttore responsabile del magazine culturale "In Purissimo Azzurro", mentre dal 1° giugno 2009 cura sul web il forum letterario Flannery.it dedicato alle donne che scrivono. Vive e lavora tra Roma e Milano, dove tiene anche corsi di scrittura creativa per guarire le ferite interiori e vivere felici
info:
http://segretidiscrittura.wordpress.com ).
http://www.facebook.com/mariadilorenzopage
http://mariadilorenzo.wordpress.com

"In Non lasciarmi andare via, Maria Di Lorenzo ci consegna una voce di donna intensissima, composta, poetica. Una melodia che si dipana maestosa, rivelando tocco dopo tocco la complessità delle relazioni umane, le attese, l'amore che non riesce a compiersi se non dopo un'intera storia da raccontare. Con una lingua che è ora epistolario, ora cronaca degli anni sessanta, ora rassegna cadenzata e straziata della vita che cambia, segna il cuore di chi legge, resta a dimorare in esso, a mettere radici". (Simona Lo Iacono)
Chiedi informazioni Stampa la pagina