• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2013 » Divieto di fecondazione eterologa ancora a rischio illegittimità: non garantisce il diritto alla vita familiare, 5 aprile 2013
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Divieto di fecondazione eterologa ancora a rischio illegittimità: non garantisce il diritto alla vita familiare, 5 aprile 2013


Divieto di fecondazione eterologa ancora a rischio illegittimità: non garantisce il diritto alla vita familiare
La legge 40 torna all'esame della Consulta perché limita "l'autodeterminazione" delle coppie alle quali è diagnosticata la sterilità o l'infertilità

La legge 40/2004 sulla procreazione assistita torna all'esame della Consulta: a rischio incostituzionalità è il divieto di fecondazione eterologa perché non garantisce il diritto il diritto fondamentale alla piena realizzazione della vita privata familiare alle coppie cui è diagnosticato un quadro clinico di sterilità o infertilità irreversibile. A sollevare la questione di legittimità costituzionale è la prima sezione civile del tribunale di Milano.

Chiedi informazioni Stampa la pagina