• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2014 » Dichiarazione giudiziale di paternità anche se manca l'esame del Dna
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Dichiarazione giudiziale di paternità anche se manca l'esame del Dna

Possono bastare le dichiarazioni della madre e dei testi che accertano la relazione. La giacenza delle raccomandate di richiesta del test presumono il rifiuto del presunto genitore, sentenza 24 giugno 2014

È legittima la dichiarazione giudiziale di paternità anche se manca l'esame del Dna del presunto padre perché sono sufficienti le dichiarazioni della madre e dei testi che accertano la relazione e la convivenza.
Non solo: si può presumere un rifiuto del convenuto di sottoporsi a un accertamento tecnico dalla compiuta giacenza delle raccomandate di richiesta dell'esame da parte del Ctu.
Lo ha sancito la Corte d'Appello di Ancona che, con la sentenza 7/2014, ha accolto il ricorso di una madre contro la decisione del tribunale dei minorenni che ha bocciato la domanda per ottenere la dichiarazione di paternità della minore nei confronti dell'ex compagno.

Chiedi informazioni Stampa la pagina