• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2015 » La mamma può trasferirsi in un'altra città senza perdere il collocamento dei bambini
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

La mamma può trasferirsi in un'altra città senza perdere il collocamento dei bambini

La presenza quotidiana della madre è insostituibile. Né il giudice può privare il genitore, costretto a spostarsi per lavoro, del diritto a vivere con i minori - Sentenza 12 maggio 2015

La presenza quotidiana della madre con i figli piccoli è insostituibile. Per questo non perde il collocamento dei minori la donna che si trasferisce in un'altra città per esigenze effettive, come ad esempio il lavoro.

A rilanciare il ruolo centrale delle mamme nella vita dei bambini è la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 9633 del 12 maggio 2015, ha respinto il ricorso di un professore che si opponeva al collocamento delle figlie, cinque e nove anni, presso la madre, magistrato trasferito d'ufficio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina