• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2016 » Decisivo il curatore speciale quando la baby-mamma chiede di riconoscere il bambino
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Decisivo il curatore speciale quando la baby-mamma chiede di riconoscere il bambino

Nel caso di genitore sotto i 16 anni serve qualcuno che assuma la rappresentanza processuale del neonato: è necessario verificare se l’interesse del figlio risulta in contrasto con quello della madre - Decreto, 24 febbraio 2016

La baby-mamma chiede al Tribunale di riconoscere il suo bambino, ma non è così semplice.
Il genitore non ha ancora compiuto sedici anni e serve l'autorizzazione del giudice in base all'articolo 250, ultimo comma, Cc.
Il punto è che l'interesse dello stesso neonato potrebbe risultare in contrasto con quello della madre rispetto al riconoscimento: bisogna allora nominare un curatore speciale ex articolo 78 Cpc, il quale esprime il suo parere in materia, in particolare spiegando se il bimbo può vivere in un ambiente sano.
È quanto emerge da un decreto depositato ieri dalla sezione volontaria giurisdizione del tribunale di Torino.

Chiedi informazioni Stampa la pagina