• facebook

Home » Attualità » Donne dal Mondo » Danimarca, la preghiera del venerdì guidata da due donne Imam
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Danimarca, la preghiera del venerdì guidata da due donne Imam

"VOGLIAMO ESSERE D'ISPIRAZIONE"

agosto 27, 2016
BERLINO – Una pagina di storia, una svolta per l'Islam è stata scritta nei fatti alla preghiera del venerdì nella moschea Mariam di Copenhagen, uno dei luoghi di culto musulmani nella capitale danese. Per la prima volta in Danimarca, e probabilmente in Europa, due donne-imam hanno celebrato la cerimonia. E parlando ai fedeli hanno affrontato i problemi più attuali e dolorosi, dal divieto del Burkini in Francia e altrove alla lotta tra innovatori e conservatori patriarcali nell'islam, e ovviamente di un'idea d'Islam in cui le donne abbiamo piena parità di diritti e di opportunità di vita libera.
Le due imam si chiamano Sherin Khankan e Saliha Marie Fetteh. Hanno celebrato insieme. Khankan ha intonato l'Adhan, l'appello alla preghiera, e ha pronunciato un discorso d'apertura. Fetteh ha rivolto ai fedeli radunati per pregare, in maggioranza donne, la Khutbah, o sermone. Tema, ovviamente, "le donne e l'Islam nel mondo moderno". Con accenni critici, ma pochi, al divieto del Burkini.

Imam donne esistono già altrove, ma sono casi rari. Ce ne sono in Cina dal 19° secolo, in Sudafrica dal 1995, e a Los Angeles la 'Moschea delle donne d'America' ha aperto l'anno scorso. Preghiere vengono condotte a Oxford dalla imam Amina Wadud. Tutte le donne promosse Imam hanno seguito regolari studi religiosi islamici, ma spesso vengono boicottate dagli Imam maschi e dalle strutture e gerarchie tradizionaliste della fede musulmana.

"Questo movimento nato ora in Danimarca – ha detto Sherin Khankan – è parte di un vasto movimento mondiale, spero che potremo dare l'ispirazione a donne in altri paesi ed essere ispirate da loro".

BCRMAGAZINE

Chiedi informazioni Stampa la pagina