• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2016 » L'ex che va a stare dal compagno si preclude l'assegno e non riesce a modificare i patti della consensuale
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

L'ex che va a stare dal compagno si preclude l'assegno e non riesce a modificare i patti della consensuale

La nuova convivenza vale di per sé a escludere il mantenimento e il ritocco ex articolo 710 Cpc richiede condizioni economiche peggiorate, mentre chi non paga più l'affitto va a migliorare - Decreta, 8 settembre 2016

Il coniuge separato che instaura una nuova convivenza more uxorio perde per ciò solo i requisiti per l'assegno di mantenimento.
E in ogni caso per modificare le condizioni della separazione, giudiziale o consensuale che sia, bisogna comunque dimostrare un mutamento delle condizioni economiche.

Ecco allora che non può trovare ingresso la domanda di modifica proposta dalla donna che era disoccupata anche all'epoca della separazione e nel frattempo è andata a vivere a casa del nuovo compagno con le figlie minori, risparmiando così anche i soldi dell'affitto. È quanto emerge dal decreto pubblicato dalla sezione persona e famiglia della Corte di appello di Roma.

Chiedi informazioni Stampa la pagina