• facebook

Home » Attualità » Consigli di lettura » Il primo uomo cattivo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Il primo uomo cattivo

di Miranda July - Feltrinelli ed.


Cheryl Glickman è una strampalata quarantenne dall'immaginario un po' nevrotico e naïf, che si trova ad affrontare una serie di esperienze che le cambieranno la vita. Tra sogni improbabili, passioni surreali, giochi sadici e amori lesbici, in questo romanzo la fantasia di Miranda July corre libera, sfrenata e al suo meglio. Il risultato è un libro divertente, delicato, originalissimo e sfacciato, che ribalta valori e luoghi comuni per far risaltare, allo stesso tempo, ciò che ci rende più simili gli uni agli altri e più umani.


"Questo libro vi farà ridere, sussultare e immedesimarvi in una donna che non avreste mai previsto di essere. E quando Miranda July parla della maternità, il libro diventerà la vostra bibbia." Lena Dunham
"Quando ho dei dubbi sulla potenza del linguaggio e dell'intelligenza, mi basta leggere poche righe della July per ritrovare la mia fede." George Saunders

Miranda July è un'artista, scrittrice e regista americana. Cresciuta a Berkeley, California, vive a Los Angeles. I suoi video, le sue performance e i suoi progetti basati sul web sono stati presentati in posti come il Moma, il Guggenheim Museum e in due edizioni della biennale del Whitney Museum. Nel 2005 è uscito il suo primo lungometraggio – scritto, diretto e interpretato da lei – Me and You and Everyone We Know, accolto con unanime consenso di critica e pubblico, con il quale ha vinto il premio speciale della giuria al Sundance Film Festival e il premio Camera d'Or a Cannes. I suoi racconti sono stati pubblicati su "The Paris Review", "Zoetrope", "The New Yorker" e "McSweeney's"; la sua raccolta di storie Tu più di chiunque altro (Feltrinelli, 2009), ha vinto il premio Frank O'Connor. Il suo secondo lungometraggio The Future è uscito nell'estate del 2011. Ancora per Feltrinelli, Il primo uomo cattivo (2016

Chiedi informazioni Stampa la pagina