• facebook

Home » Donne Oggi » Donne e lavoro » Più donne in azienda e più manager donna. Ecco la svolta di NTTDATA Italia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Più donne in azienda e più manager donna. Ecco la svolta di NTTDATA Italia

La necessità di bilanciare le esigenze lavorative e familiari, la mancanza di ruoli femminili cui ispirarsi e la prevalente presenza maschile negli ambiti tecnologici, fanno sì che nel settore dell' Information Technology poche donne raggiungano ruoli manageriali

Alla fine del 2015 Walter Ruffinoni CEO di NTT DATA ha lanciato NTTDonna, un'importante iniziativa per valorizzare il contributo dell'universo femminile in azienda e cambiare radicalmente l'immagine interna ed esterna della società.

Walter Ruffinoni crede al contributo femminile nel settore tecnologico e per questo il punto di partenza dell'iniziativa è stato rendere maggiormente consapevoli le donne che lavorano in un contesto professionale come quello teconologico sempre più spinto verso il digitale.
Gli spunti di riflessione hanno riguardato molti dei temi che aumentano la consapevolezza del femminile e in particolare: donne e leadership, le ragazze e la tecnologia, la parità di genere nelle aziende, e tanti altri ancora.
ruffinoni-visoLa necessità di bilanciare le esigenze lavorative e familiari, la mancanza di ruoli femminili cui ispirarsi e la prevalente presenza maschile negli ambiti tecnologici, fanno sì che nel settore dell' Information Technology poche donne raggiungano ruoli manageriali.
Ma come è possibile cercare di modificare questa realtà? In NTTDATA si è pensato di agire creando un comitato di coordinamento di NTTDonna guidato da Nadia Governo Senior Vice President con lo scopo di raccogliere, organizzare e canalizzare i contributi prevenienti dall'interno. Per informare e coinvolgere in modo capillare tutte le NTT Donne è stato fondamentale contare su un certo numero di "ambasciatrici" disponibili a fare da riferimento sia presso le varie sedi dell'azienda, che presso i clienti.
Le idee e i progetti su cui hanno lavorato le persone coinvolte non sono state rivolte solo al mondo femminile, ma a migliorare l'azienda nel suo complesso.
Sono tre i progetti di ingaggio per le donne: "Donne e leadership", "Donne e arte" e "Donne e Giornalismo", tutti destinati all'empowerment al femminile.
Dichiara l'AD Walter Ruffinoni "Siamo di fronte a un'occasione straordinaria di discontinuità. Il nostro Gruppo ha sempre dimostrato grande vicinanza ai problemi delle donne e alle tematiche della loro crescita in azienda, ma con le azioni che oggi proponiamo vogliamo dare un segnale chiaro e ulteriore di cambiamento. L'universo femminile è adesso maggiormente attrezzato e molto più compatibile per affrontare le nuove sfide della tecnologia e dell'innovazione. Da parte nostra vogliamo dare quindi alle colleghe, presenti e future, un ulteriore segnale: rafforzare la nostra capacità di vedere le cose attraverso nuove prospettive ci rende donne e uomini migliori".

Un primo tangibile risultato, è stato che la NTT DATA Italia assumerà 150 donne, che si sommano alle 730 figure femminili oggi in organico (su un totale di 2.500 dipendenti). Per quanto riguarda le nuove promozioni saranno quindici le donne che si aggiungeranno alle manager attualmente presenti in azienda.

Il percorso di cambiamento non si riassume tuttavia solo in questi numeri ma si sostanzia in molte iniziative, tra cui gli appuntamenti del ciclo "Grandi temi del cambiamento" aperti a tutti i dipendenti di NTT DATA e le attività a scopo benefico in partenrship con AVSI ,LiLT, Centro Laila, Casa Ugi e Salvamamme.
Gli incontri hanno avuto lo scopo di sviluppare il pensiero laterale intorducendo in azienda un punto di vista non strettamente tecnologico. Sono state invitate varie autrici e in ordine temporale a Milano Odile Robotti che ha presentato "Il futuro della leadership", a Pisa Chiara Montanari che ha parlato di resilienza e capacità di adattarsi ai cambiamenti presentando il libro "Cronache dei ghiacci" sulla storia della sua ultima spedizione alla base italo francese sul Plateau Antartico. E' stata poi la volta a Roma di Marta Ajò che ha presentato il suo libro "Viaggio in Terza classe", uno spaccato sulla società italiana degli ultimi quaranta anni, a Napoli "Soffitti di cristallo e traiettorie invisibili" di Francesca Marone, ha trattato il tema di come spesso nel lavoro le donne si trovino ad affrontare molti ostacoli frenanti per la carriera di cui non sono sempre consapevoli, ancora a Roma in contemporanea con la giornata contro la violenza sulle donne il 24 Novembre, Aldo Cazzullo ha presentato il suo libro "Le donne erediteranno la terra". Erano presenti sul palco oltre all'autore la giornalista Maite Bulgari che moderava il panel, Walter Ruffinoni e Sandra Mori di ValoreD.

A Cosenza il 28 novembre Il futuro non si aspetta, si prepara. Incontro con l'astrofisica Sandra Savaglio e il prof. Mario Caligiuri.
Il 2016 si è chiuso con due eventi il 14 e il 21 dicembre. Il primo a Roma dove Dacia Maraini ha parlato della sua vita, del Giappone e del suo ultimo libro, "La bambina e il sognatore", vincitore del Premio Boccaccio 2016 per la letteratura italiana, il secondo ha avuto luogo a Torino dove sono stati presenti Beatrice Mautino e Dario Bressanini autori del saggio "Contro Natura. Dagli OGM al "bio"falsi allarmi e verità nascoste del cibo che portiamo in tavola". Si è discusso un punto di vista alternativo sul tema dell'alimentazione, del ruolo dell'innovazione tecnologica e del legame tra il digitale e la trasparenza delle informazioni.
A questi incontri si sono affiancate varie iniziative a sostegno di cause sociali con l'obiettivo di sostenere le donne in difficoltà economica, sociale o anche solo di prevenzione di malattie.
NTTDATA ha sostenuto Avsi attraverso cui ha offerto a 270 donne siriane e irachene in fuga dalla guerra l'opportunità di imparare un lavoro consentendo loro di sostenere con forza le proprie famiglie.
Nelle sedi di Milano, Cosenza, Pisa, Treviso NTTDATA ha devoluto alla Lilt l'incasso dei corner natalizi ospitati in azienda destinati a finanziare il progetto "Nastro Rosa" che ha l'obiettivo di prevenzione e diagnosi precoce del tumore al seno.
A Roma è stato fornito un sostegno al progetto SALVAMAMME, associazione che da oltre quindici anni interviene nei momenti cruciali dell'abbandono e della solitudine delle mamme e delle famiglie in condizioni di grave disagio socio-economico. Per il 2016 è stata scelta l'iniziativa a sostegno della "Valigia di Salvataggio" a tutela delle donne maltrattate in fuga da casa.

A Torino NTTDATA ha sostenuto "Casa Ugi" che si occupa delle famiglie in cui ci sono bambini malati di tumore e offre ospitalità gratuita alle mamme nella difficile fase di assistenza ai figli durante le cure lontano dalla propria residenza.
A Napoli è stato sostenuto il Centro LAILA che aiuta le madri che vivono in contesti socio economici degradati e favorisce l'accoglienza dei loro figli.

pubblicato su Dols

Chiedi informazioni Stampa la pagina