• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2017 » Doppio cognome e cittadinanza italiana ai gemelli della coppia gay nati con la maternità surrogata
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Doppio cognome e cittadinanza italiana ai gemelli della coppia gay nati con la maternità surrogata

Trascritto in Italia grazie alla Cedu l'atto formato in California dove è lecita la gestazione per altri: bimbi nati dalla fecondazione di due distinti ovuli, ciascuno fecondato da uno dei due padri - Decreto, 17/01/2017

Gemelli sì, fratelli no, ma via libera al doppio cognome. L'ufficiale di stato civile deve trascrivere gli atti di nascita dei due gemelli nati in California grazie alla tecnica della "gestazione per altri", lecita nello Stato americano della East cost. Ognuno dei due bimbi è figlio biologico di due diversi padri italiani, che formano una coppia same sex: i gemelli negli States sono figli di entrambi i papà, ma qui da noi restano figli del solo padre biologico anche se portano il cognome di tutti e due gli uomini.

L'atto di nascita non è contrario all'ordine pubblico grazie ai principi affermati dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo e dalla Cassazione: Strasburgo tutela i legami familiari a prescindere dal modo in cui sono sorti, mentre la nostra Suprema corte precisa che nel verificare se si può trascrivere in Italia l'atto di nascita formato all'esterno bisogna guardare anzitutto all'interesse superiore del minore. È quanto emerge dal decreto 3990/16, pubblicato dalla quinta sezione civile della Corte di appello di Milano.

Chiedi informazioni Stampa la pagina