• facebook

Home » Rubriche » Quello che le donne raccontano » Uno psicoanalista particolare
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Uno psicoanalista particolare

- Cosa c'è di meglio di una seduta dallo psicoanalista?
- Una seduta da due psicoanalisti e per giunta gratis!
- Come?
- Semplicemente andando a farsi i capelli al mattino e a confessarsi al pomeriggio
- Confessarmi perché sono andata dal parrucchiere?
- No, non perché sei andata dal parrucchiere, sciocchina, ma perché almeno una volta alla settimana è bene fare la comunione e per farla è necessario confessarsi. Hai capito adesso?
- Mica tanto. Cosa c'entra tutto questo con lo psicoanalista?
- Quando vai a confessarti non ti sfoghi forse e ti lasci andare dicendo tutto, anche le cose più inconfessabili?
- Beh, sì
- E non è forse vero che il prete ti ascolta pazientemente e ti dà dei suggerimenti su come comportarti?
- Sì, è vero
- Allora vedi che è un po' come andare dallo psicoanalista?
- E il parrucchiere cosa c'entra?
- Cosa c'entra? Anche da lui ci si va almeno una volta alla settimana e lì è come fare una seduta di gruppo. Lì si raccontano i fatti propri forse più che in confessione ed inoltre si ascoltano anche quelli delle altre, ognuna dice la sua, mentre il coiffeur, poverino, cerca di destreggiarsi tra le tante ciaccole più o meno serie con battute e consigli. Credo che dal parrucchiere, a volte, ci si vada più per le chiacchiere che per farsi i capelli
- Non ci avevo mai pensato in questi termini. Sicuramente si prendono due piccioni con una fava
- Vedi, potresti un giorno andare a farti i capelli e dopo due giorni confessarti così faresti le due sedute canoniche a settimana e coi soldi che risparmi ci esce pure il conto della parrucchiera! Che te ne pare?
- Sei un genio!

Mnemosine di Max Bonfanti

Chiedi informazioni Stampa la pagina