• facebook

Home » La memoria » Memoria in versi » La verduraia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

La verduraia

di Alessandra Palombo

Il gomito appoggiato sullo stipite,
come un'amazzone, guerriera ardita,
la verduraia, impettita e fiera, vigilava
le cassette degli ortaggi fuor dalla bottega,
così mostrava, in bella vista, oltre la frutta,
gran parte del suo seno prorompente,
che nel grembiule non voleva star nascosto.

la foto è degli Archivi Alinari, Firenze:
Roma, Mercato dell'Erbe a Campo de' Fiori, 1895 ca.

Chiedi informazioni Stampa la pagina