• facebook

Home » Rubriche » Filosofia al femminile » Ma l'amore no!
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Ma l'amore no!

La violenza sulle donne nasce spesso anche dal no, lui pensava di portarla a letto e all'ultimo momento lei ci ripensa. Alla maggior parte dei maschi dà molto fastidio essere rifiutati, quasi tutti insistono, molti si offendono alcuni purtroppo fanno ricorso alla parte peggiore di sé.
Ora vorrei affrontare un tema scottante e non politicamente corretto come la differenza di mentalità tra i maschi occidentali e quelli di provenienza islamista. È noto quanto le donne in certi paesi siano sottomesse all'uomo che diventa un vero padrone, per cui è lui ad imporre lo stile di vita della moglie. Chi pensa di cambiare questo status va a sbattere contro una cultura secolare difficile da rivedere, soprattutto se si è occidentali. Se è vero che tra le religioni monoteiste è vivo il desiderio di dialogo, noi dobbiamo fare i conti con molte persone singole che di questo dialogo non si curano più di tanto.
Per giungere ad un esempio pratico, è illusorio pensare di avere una relazione all'occidentale con un ragazzo troppo immerso nella cultura del dominio sul femminile. Come scrivo nel mio libro Il giardino delle mele, le ragazze devono imparare a salvaguardare se stesse a partire da piccoli accorgimenti, soprattutto non devono lasciarsi prendere troppo la mano da illusioni pericolose.
Ad un certo maschio, se solo rispondi ad un sms vuol dire che "ci stai" e se poi non rispondi più, non accetti il suo invito, la prende come un'offesa al suo onore e ciò rende lecita la punizione. Non sto dicendo di scansare tutti i maschi di diversa cultura da quella occidentale, anche perché gli uomini violenti sono trans-culturali, ma è importante abbandonare da parte di noi adulti l'atteggiamento per cui "l'amore risolve tutto": è una bufala buonista molto rischiosa se spacciata a giovani inesperte sognatrici quali sono le adolescenti.
In ultima analisi credo che integrare significhi mettere insieme il meglio delle differenze senza però che nessuno debba sacrificare la propria vita: la storia ci ha già lasciato in eredità troppe vittime femminili.


Maria Giovanna Farina ©Riproduzione riservata

Chiedi informazioni Stampa la pagina