• facebook

Home » Appuntamenti » Milano, 16 Marzo - Incontro promosso dagli Statai Generali delle Donne: L'Europa che verrà
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Milano, 16 Marzo - Incontro promosso dagli Statai Generali delle Donne: L'Europa che verrà

ore 15.00/18.00 - Sala conferenze dell'Ufficio d'Informazione del Parlamento europeo, Corso Magenta, 59 €" all'interno del Palazzo delle Stelline

Gli Stati Generali delle donne partecipano ai 60 anni dell'Europa con un laboratorio sperimentale, che a partire dall'esperienza italiana può diventare una buona pratica per le colleghe europee attraverso incontri preparatori con la partecipazione del Comitato Scientifico degli Stati Generali delle Donne, esperti/e, parlamentari europei.

Gli Stati Generali delle Donne intendono superare l'aspetto celebrativo ed interrogarsi sullo stato attuale delle istituzioni comunitarie, cercando di capire se sarà possibile e come rilanciare il grande progetto europeo attraverso una analisi approfondita delle criticità e la costruzione di un laboratorio per esaminare le prospettive di rilancio, dal punto di vista delle donne.
Il lavoro di analisi svolto finora dagli Stati Generali, attraverso un incontro con migliaia di donne su tutto il territorio nazionale e attraverso la Conferenza Mondiale delle Donne organizzata durante l' Expo nel settembre 2015 ha messo in evidenza come la disuguaglianza economica e sociale stia raggiungendo livelli preoccupanti e come la sfida del futuro debba concentrarsi sulla riduzione del divario fra ricchi e poveri.
Una sfida che rimette in discussione l'intero sistema occidentale di accumulo della ricchezza e anche del comportamento di alcune imprese, preoccupate di incrementare esclusivamente i propri profitti senza riconoscere obblighi verso tutti gli stakeholders, siano essi soggetti interni che esterni ad esse, come la comunità locale.
L'Europa sta vivendo una crisi complessa, che è sia finanziaria che economica ma anche di legittimità democratica delle sue istituzioni. È attraversata da nazionalismi, ondate migratorie, terrorismo. Non sembrano esserci facili soluzioni.
Il progetto politico per un'Europa unita che possa andare al di là del mercato unico e dell'unione monetaria è arrivato a un punto di non ritorno?
Vogliamo un'Europa che metta in atto misure concrete per risolvere il dramma della la disoccupazione femminile e giovanile e rilanci l'occupazione investendo nella difesa e sicurezza del territorio, nella salute, nell'istruzione/formazione e nella ricerca, in politiche sociali inclusive.
Vogliamo un'Europa che contrasti la precarietà del lavoro delle donne, in particolare delle giovani donne e le crescenti povertà, istituendo anche un reddito di base garantito in tutti i paesi membri.

Per registrarsi all'evento - 31807795974

Leggi altro...

Chiedi informazioni Stampa la pagina