• facebook

Home » La memoria » Memoria in versi » Olimpia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Olimpia

di Alessandra Palombo

Rammento come in sogno
un banchetto con esposta
biancheria dai colori
improponibili, oltre
ai bustini d'un viola strano
simile ai capelli delle vecchie.
Apparteneva a Olimpia,
che salvò le vergini
dopo lo sbarco dei soldati,
e per questo ricordata da chi
evitava di fermarsi al banco
del suo ultimo mestiere.

Immagine: Ines, ambulante, foto La Piazzola, Bologna

Chiedi informazioni Stampa la pagina