´╗┐ Agevolazioni prima casa sull'immobile in comunione anche se uno dei coniugi non
  • facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2018 » Agevolazioni prima casa sull'immobile in comunione anche se uno dei coniugi non ha la residenza
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Agevolazioni prima casa sull'immobile in comunione anche se uno dei coniugi non ha la residenza

Accolto nel merito il ricorso del marito. Rilevante che l'abitazione sia adibita a domicilio familiare - Ordiannza, 22 giugno 2018

Il contribuente che acquista l'immobile in comunione ha diritto alle agevolazioni sulla prima casa anche quando non ha trasferito la residenza. È sufficiente che l'abitazione sia adibita a domicilio della famiglia e che l'altro coniuge vi abbia già preso la residenza.

A questa importante conclusione è giunta la Corte di cassazione che, con l'ordinanza n. 16604 del 22 giugno 2018, ha accolto in pieno il ricorso del contribuente.

La vicenda riguarda gli acquirenti di un appartamento. I due, in comunione legale, avevano usufruito della agevolazioni fiscali sulla prima casa. Poi l'ufficio aveva emesso il recupero a tassazione sulla base della circostanza che lui, a differenza della moglie, non aveva trasferito la residenza entro i termini. La Ctp e la Ctr avevano confermato l'atto impositivo ora annullato in sede di legittimità.

Chiedi informazioni Stampa la pagina