• facebook

Home » Donne Oggi » Violenza di genere » Report Mondiale sull'uccisione di donne e bambine per motivi di genere
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Report Mondiale sull'uccisione di donne e bambine per motivi di genere

Casa, il posto più pericoloso per le donne, con la maggior parte delle vittime di omicidio in tutto il mondo uccise da partner o familiari, dice lo studio UNODC, 25 novembre 2018

Circa 87.000 donne sono state uccise in tutto il mondo l'anno scorso, circa 50.000 - o il 58% - per mano di partner intimi o familiari. Ciò equivale a circa sei donne uccise ogni ora da persone che conoscono, secondo una nuova ricerca pubblicata dall'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNODC)i.

Lo studio, pubblicato per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, esamina i dati di omicidi disponibili per analizzare l'uccisione di donne e ragazze legata al genere, con un'attenzione particolare al partner intimo e all'omicidio familiare e al modo in cui questo si riferisce al status e ruoli delle donne nella società e nella sfera domestica.

"Mentre la stragrande maggioranza delle vittime di omicidi sono uomini, le donne continuano a pagare il prezzo più alto a causa di disuguaglianze di genere, discriminazione e stereotipi negativi e sono anche le più probabilità di essere uccise da partner intimi e familiari", ha dichiarato il direttore esecutivo dell'UNODC. Yury Fedotov.

"Sono necessarie risposte mirate della giustizia penale per prevenire e porre fine alle uccisioni legate al genere L'UNODC sta rilasciando questa ricerca per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne nel 2018 per aumentare la comprensione e informare l'azione".

Analizzando il tasso delle donne vittime di omicidio da parte di partner intimi o familiari, lo studio ha rilevato che il tasso globale era di circa 1,3 vittime per 100.000 abitanti di sesso femminile.

In termini di distribuzione geografica, l'Africa e le Americhe sono le regioni in cui le donne sono maggiormente a rischio di essere uccise da partner intimi o familiari. In Africa, il tasso era di circa 3,1 vittime ogni 100.000 popolazione femminile, mentre il tasso nelle Americhe era di 1,6 vittime, in Oceania 1,3 e in Asia 0,9. Il tasso più basso è stato rilevato in Europa, con 0,7 vittime per 100.000 abitanti di sesso femminile.

Secondo lo studio, negli ultimi anni non sono stati fatti progressi tangibili nel proteggere e salvare la vita delle donne vittime di omicidio familiare / familiare, nonostante la legislazione e i programmi sviluppati per sradicare la violenza contro le donne.

Le conclusioni evidenziano la necessità di un'efficace prevenzione della criminalità e di risposte della giustizia penale alla violenza contro le donne che promuovono la sicurezza e l'emancipazione delle vittime garantendo nel contempo la responsabilità dei criminali. Lo studio richiede anche un maggiore coordinamento tra polizia e sistema giudiziario, nonché servizi sanitari e sociali e sottolinea l'importanza di coinvolgere gli uomini nella soluzione, anche attraverso l'educazione precoce.

***

L'opuscolo sull'uccisione di donne e ragazze legata al genere è disponibile: https://www.unodc.org/documents/data-and-analysis/GSH2018/GSH18_Gender-related_killing_of_women_and_girls.pdf

Chiedi informazioni Stampa la pagina