• facebook

Home » Attualità » Nel Mondo » Gigliola Zecchi Balsamo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Gigliola Zecchi Balsamo

Ricordo di Silvia Costa

Ci ha lasciati Gigliola Zecchi Balsamo, già vice Presidente della Fondazione Donne in Musica e una dei fondatori della World Youth Orchestra.
Gigliola è stata una grande amica, intelligente, spiritosa e generosa; una donna speciale e una cittadina del mondo. Dopo aver ricoperto prestigiosi incarichi in Banca Intesa si è dedicata alla promozione delle donne e dei giovani nella cultura e nel sociale sempre realizzando progetti importanti con visione e determinazione indomita.

Nel 1998 ha condiviso con me e la Commissione nazionale parità, la Missione "Kosovo: un treno per la vita" per soccorrere i profughi in Albania dove poi lei è rimasta per mesi come volontaria promuovendo il primo servizio di Pony express con i giovani salesiani a Tirana nonché una scuola di cucito per ragazze con le suore albanesi in cooperazione con Maramotti fondatore di Max Mara.
Ispirata anche dal "banchiere dei poveri" Muhammad Yunus, si è quindi impegnata nel micro-credito per donne immigrate con la Fondazione Risorsa Donna insieme a Paola Barbieri Nardone.

Appassionata di musica si è dedicata al centenario dello zio musicista Carlo Zecchi e ha collaborato con Patricia Adkins Chiti (scomparsa a Giugno) nella Fondazione Donne in Musica di cui è stata un'attivissima vice presidente e insieme a lei, alla nuova presidente Valerie Baxter e a tanti musiciste, musicisti e giovani volontarie abbiamo realizzato l'ultimo ambizioso progetto internazionale della Fondazione con la premiazione di dieci compositrici di tutto il Mondo al Teatro Argentina di Roma, lo scorso 5 novembre, in collaborazione con l'Unesco, il PE e la Cariplo, celebrando al femminile i 70 anni dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani, dedicati ai diritti culturali delle donne artiste.
Infine con l'Associazione ITACA, insieme a Maria Gianani, si è impegnata per i giovani adulti con problemi psichici.

Ma Gigliola è stata soprattutto una persona luminosa, sorridente e perspicace, di profonda fede e di grande umanità, che ha affrontato con indicibile coraggio e serenità la sua malattia continuando ad alimentare il suo amore per la vita, per la sua famiglia e per l'amicizia fino alla fine.

Grazie Gigliola

Silvia Costa

21 marzo 2019

Chiedi informazioni Stampa la pagina