• facebook

Home » LO SPECIALE: ELEZIONI EUROPEE 2019 » Un Progetto di voto comune per le donne
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Un Progetto di voto comune per le donne

VIDEO

Isa Maggi


"Perché abbiamo detto sì alla lista Autonomie per l'Europa?
Perché la lista ha accolto il nostro Patto delle Donne per l'Europa. Al centro del progetto il lavoro, le imprese, i territori, l'ambiente, lo sviluppo sostenibile.
Per Lombardia, Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta sulla scheda grigia barra il simbolo di AUTONOMIE PER L'EUROPA e scrivi ISA MAGGI, in rappresentanza di tutte le donne, con un voto trasversale al di là di ogni ideologia."

Elezioni Europee 2019
26 maggio
Circoscrizione Nord Ovest
Lombardia, Liguria, Piemonte, Valle d'Aosta
SCRIVI ISA MAGGI
SUL SIMBOLO AUTONOMIE PER L'EUROPA

Il movimento "Autonomie per l'Europa" è parte del raggruppamento europeo E.F.A., European Free Alliance e lavora per un' "Europa dei popoli "

Si propone i seguenti obiettivi:

a) promuovere il diritto all'autodeterminazione dei popoli e dei piccoli Comuni e territori per una loro maggiore autonomia, riconoscimento culturale, identitario ed anche linguistico;

b) dare valore e protagonismo al ruolo delle donne, favorendone l'empowerment in linea con il Goal 5 dell'Agenda 2030 e soprattutto creando le condizioni per la piena affermazione sul mercato del lavoro, nel mondo imprenditoriale e nei luoghi decisionali della politica, cosi come affermato nel "Patto delle donne per l'Europa",in allegato;

c) lavorare per superare stereotipi di genere e affrontare il dramma della violenza di genere e verso i bambini e le bambine nel quadro della completa applicazione della Convenzione di Istanbul;

d) costruire un mondo sostenibile per una azione decisiva per la tutela dell'ambiente e del paesaggio,contro i cambiamenti climatici e la perdita della biodiversità. Promuovere l'innovazione per promuovere un'agricoltura sostenibile e organica. Favorire una politica energetica che privilegia l'efficienza energetica e la generazione rinnovabile, in linea con l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile;

e) perseguire l'obiettivo dell'unità nella diversità in Europa, creando un'Unione europea di popoli liberi fondata sul principio della sussidiarietà, solidali tra loro e con gli altri popoli del mondo.

f) incoraggiare una cooperazione europea basata sulla diversità delle nazioni, delle regioni,dei Comuni e delle città, con le loro specificità culturali ed economiche e vocazioni territoriali.

Chiedi informazioni Stampa la pagina