• facebook

Home » Chi siamo » Direttore editoriale » Editoriali » Oggi » Mogli e politici
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Mogli e politici

"Le mogli della Repubblica", quel poco in più che ci piace sapere.

L'autrice, Paola Severini, ci racconta attraverso cordiali, amichevoli ed interessanti interviste, gli angoli più nascosti della nostra Repubblica, la storia di donne, raccontati con semplicità, ironia, cultura e soprattutto con una carica umana che ci fa sentire loro più vicine e più solidali.

Da Livia Andreotti, Linda D'Alema, Annamaria De Mita, Maria Pia Fanfani, Eugenia Goria, Luisa Morlino, Carla Pertini, , Giulia Violante alla moglie del nuovo Presidente della Repubblica, Clio Napolitano.

Premetto che questo libro, nonostante i cognomi altisonanti, non è dedicato a loro: agli uomini.
E' invece dedicato alle mogli della Repubblica
, ovvero a quelle donne che hanno condiviso i difficili percorsi della politica insieme ai loro compagni e mariti come persone e donne.
Ma è comunque grazie alle confidenze che le 'mogli', ci danno in modo semplice e confidenziale, parlando della loro vita quotidiana e dei loro mariti, che riusciamo a dare una sbirciatina in più anche a loro.
Uomini non straordinari, non irraggiungibili, non misteriosi e pericolosi, ma i loro uomini, quelli che rispecchiano nell'intimità i nostri difetti e i nostri pregi, che ci rendono piu simili e certamente più vicini anche a loro.
Un'opera di mediazione che è ancor un volta merito di donne, quelle signore di grandi e sconosciute capacità, che hanno amato, seguito, coccolato e magari messo una mano sulla fronte per misurare la febbre ai loro uomini: uomini come gli altri, infine teneri anche quando fossero cattivi.
Tutte hanno, o hanno avuto una professione di cui essere orgogliose , ma tutte hanno in qualche modo accettato di vivere in secondo piano rispetto al ruolo del marito, alle necessità della famiglia e dei figli in particolare; cambiato lavoro o città.
Alcune, le meno giovani, hanno percorso insieme il difficile cammino della guerra e della resistenza, altre hanno percorso il cammino della lotta politica e dell'affermazione dei ruoli e delle ideologie.
Clio, la moglie del Presidente della Reppublica Giorgio Napolitano , non è vissuta di luce riflessa, non è certo una di cui si potesse dire " è la moglie di...
Ha conosciuto il marito che era già laureata e faceva il procuratore eppure, rispetto agli spostamenti del marito, confessa...ho capito che non potevo per la terza volta ricominciare la professione... e, rispetto alla carriera del politico che l' ha portata a lasciare l'ultimo ed interessate lavoro rivela che " questa è stata una scelta personale...credo che i problemi del lavoro femminile si presentano un po' in tutte le famiglie, soprattutto quando ci sono dei figli.

Alcune caratteristiche comuni? La capacità di mantenere l'armonia familiare, di rendere meno pesante la scarsa presenza dei mariti in famiglia e la necessità di supplire a questo attraverso rinunce personali
Grazie a queste interviste possiamo immaginare, maliziosamente, qualche cosa in più.
I 'mariti della Repubblica', questi politici, sono veramente capaci di amare, di coccolare come le loro donne, di essere padri, di avere sensibilità nascoste?
Non lo avremmo mai saputo se, ancora una volta, non fossero intervenute in loro favore, e a renderceli quasi simpatici, le loro donne che meriterebbero invero, una biografia personale per ciascuna.
Sicuramente a noi, farebbe piacere conoscerle meglio.
"Le mogli della Repubblica" , di Paola Severini, Saggi Baldini Castoldi Dalai editore
Dols, 2006
Chiedi informazioni Stampa la pagina