• facebook

Home » Attualità » Appelli - Comunicati - Segnalazioni » "La scomparsa di mia madre"
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

"La scomparsa di mia madre"

Venerdì 29 novembre, al Wanted Clan di Milano, ore 20.00


"La scomparsa di mia madre" di Beniamino Barrese
Premio WIFTM Italia come Miglior documentario al SalinaDocFest 2019
Alla proiezione saranno presenti il regista e la protagonista Benedetta Barzini

Milano, 27 novembre - Serata evento venerdì 29 novembre alle ore 20.00 al Wanted Clan di Milano per il Premio WIFTM Italia vinto da Beniamino Barrese con il documentario La scomparsa di Mia Madre, premio Tasca D'Oro per il miglior documentario alla XIII edizione del SalinaDocFest e candidato tra i 5 documentari finalisti agli European Film Awards.
Alla serata saranno presenti il regista Barrese e sua madre Benedetta Barzini, protagonista del documentario. Con loro a introdurre il film al pubblico in sala ci sarà Cinzia Masotina di WIFTM Italia.
Il Premio WIFTM Italia è frutto della collaborazione tra l'associazione Women in Film, Television & Media Italia e il SalinaDocFest, che dal 2007 è portato avanti da Giovanna Taviani, fondatrice e direttrice artistica del festival che, in una delle più belle location del nostro Paese, riesce a intercettare il meglio della produzione italiana e internazionale del cinema documentario.
La giuria del premio WIFTM Italia, composta dall' attrice e regista Valentina Carnelutti, dalla regista e produttrice Antonietta De Lillo e dalla sceneggiatrice e produttrice Kissy Dugan ha attribuito il premio perchè La scomparsa di Mia Madre è"Un film che è un corpo a corpo tra madre e figlio, tra autore e soggetto, che si denudano in un generoso e raffinato atto d'amore. È un confronto vitale, che tratteggia il ritratto di una donna non ideologica ma istintivamente emancipata, che combatte le convenzioni rinnovando l'estremo e doloroso tentativo di sottrarsi all'ambiguità imperante. Una donna, e madre, che non fa sconti né a se stessa né alla realtà, come l'autore, suo figlio, che ci conferma insieme a lei che la bellezza non è nel valore estetico ma nel principio etico. In una battaglia tra la volontà di darsi e la necessità di separarsi, i protagonisti costruiscono un dialogo intimo e urgente sulla sopraffazione dell'immagine sulla memoria, e sulla vita stessa, in un film la cui forma, ricca di espedienti narrativi insoliti e sorprendenti, coincide in modo efficace e coraggioso con il suo contenuto più profondo".

Top model e icona degli anni '60, Benedetta Barzini è stata musa di Andy Warhol, Salvador Dalì, Irving Penn e Richard Avedon. Femminista militante e madre single di quattro figli, negli anni '70, è scrittrice e poi per oltre 20 anni docente acuta e controcorrente di Antropologia della Moda, in eterna lotta con un sistema che per lei significa sfruttamento del femminile. A 75 anni, stanca dei ruoli - e degli stereotipi - in cui la vita l'ha costretta, desidera lasciare tutto, per raggiungere un luogo lontano, dove scomparire.Turbato da questa idea – radicale quanto indefinita – suo figlio Beniamino comincia a filmarla, determinato a tramandarne la memoria.
Il progetto si trasforma in un'intensa battaglia per il controllo della sua immagine, uno scontro personale e politico insieme tra opposte concezioni del reale e della rappresentazione di sé, ma anche un dialogo intimo, struggente, in cui madre e figlio scrivono insieme le ipotesi di una separazione, difficile da accettare e forse impossibile da raffigurare.

L'evento, realizzato in collaborazione con il SalinaDocFest, Wanted e Lo Scrittoio, sarà l'occasione per presentare il SalinaDocFest al pubblico milanese. La scomparsa di Mia Madre è distribuito in Italia da Rodaggio Film e Reading Bloom.

Per maggiori informazioni: www.wantedcinema.eu; info@justwanted.it // 338 5660374
Ingresso con tessera associativa. Ingresso riservato ai soci Wanted Clan.
Le proiezioni hanno un costo di 5 euro.
Informazioni e prenotazioni: programmazione@wantedclan.eu
Per informazioni stampa: pressoffice@scrittoio.net

Chiedi informazioni Stampa la pagina