• facebook

Home » Archivio » Filosofia al femminile » Amore e dipendenza
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Amore e dipendenza

di Maria Giovanna Farina

L'amore è libertà eppure può provocare dipendenza, può diventare una catena difficile da spezzare rovinando la relazione e l'esistenza. Da magnifica forza vitale si può trasformare in zavorra capace di farci sprofondare in un mare nero portatore di angoscia. Come si esce dalla dipendenza? Mi chiede una ragazza ponendomi la domanda così, nuda e cruda, senza aggiungere particolari; la dipendenza si instaura in un rapporto sentimentale caratterizzato da un legame dove un membro della coppia, anche solo apparentemente, è più forte, evoluto, capace di proteggere l'altro che ha bisogno. Ecco la parola chiave: bisogno. La dipendenza si instaura se c'è un bisogno affettivo sopito, nascosto, solo apparentemente superato che trova terreno fertile per venire alla luce quando nasce un amore. Generalmente sono le donne a diventare dipendenti da un uomo, per cultura l'uomo è forte, sa proteggere e piano piano, a volte senza rendersene conto, porta la compagna in uno stato di subordinazione. Nei casi peggiori, quando c'è la volontà di sottomettere, si giunge a far perdere la personalità, a lasciare che lei si annichilisca. Se si è vittime della dipendenza non è facile ascoltare le parole, i buoni suggerimenti, è necessario quindi fare prevenzione, informare i ragazzi della possibilità di entrare in una gabbia apparentemente dorata dalla quale è difficile uscire.

Platone nel Simposio ci narra l'amore come ricerca dell'altro che ci completa, della nostra metà, ma non dobbiamo scordare che ricercare la completezza non è una forma di sudditanza bensì di integrazione. L'amore è un farmaco potente: se rompe il muro del dolore da mancanza sa farsi terapia per liberare la persona amata dalla dipendenza emotiva? Sì, ma con le dovute specifiche: spesso chi avverte il partner come dipendente ne approfitta traendone benefici. Chi può davvero aiutare è chi sa amare in modo materno e paterno fornendo il giusto nutrimento per liberare l'altro dal bisogno, ma quanti sanno prendersi in carico un simile compito?

L'amore adulto deve essere scambio alla pari e non bisogno, deve rendere migliore la vita senza far avvertire la necessità inderogabile dell'altro. Prima di mettersi in coppia è cosa buona saper vivere da soli per mettere alla prova le proprie risorse.

nell' immagine: Acrilico su tela di Flavio Lappo

Chiedi informazioni Stampa la pagina