• facebook

Home » Donne Oggi » Donne e politica » 8 maggio, #statigeneralidelledonne online: FORUM TURISMO SOSTENIBILE
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

8 maggio, #statigeneralidelledonne online: FORUM TURISMO SOSTENIBILE

DALLE 16 ALLE 18

Ripartiamo dalle donne e dai territori

Nell'aula virtuale degli stati generali delle donne i fondamenti, l'avvio, i progetti, i territori

Collegati qui
https://us02web.zoom.us/j/86807705203
Meeting ID: 868 0770 5203

Riprendiamo un progetto che è nato a #Pavia nel 2010, crossroad di cammini e di valorizzazione dell'Italia minore.
Si ricomincia! i fondamenti ,l'avvio,i progetti, i territori.

FORUM TURISMO SOSTENIBILE

Un incontro con gli stakeholder, le istituzioni, gli addetti ai lavori.

Ricominciamo dall'Abruzzo.

Programma


8 maggio ore 16

Durante questo lungo periodo di quarantena ci siamo incontrate sulla piattaforma degli Stati Generali delle Donne, confrontandoci con tanti esperti e rappresentanti del mondo della politica, dell'economia e della salute. Il coronavirus ha completamente stravolto l'assetto economico e sociale italiano e mondiale ma è necessario ricominciare con ls consapevolezza che nulla tornerà come prima.
Noi donne siamo consapevoli di essere determinanti in questo nuovo processo che ci attende e pronte a fare la nostra parte, mettendo in campo un progetto nazionale di turismo sostenibile.

Il Forum del Turismo Sostenibile è di nuovo, nell'Italia che deve ricominciare, una grande occasione per riflettere e approfondire sul futuro del territorio e delle politiche attive di valorizzazione dell'ambiente, del paesaggio, della biodiversità, delle piccole economie locali. Il Forum del Turismo Sostenibile diventa dunque un punto di avvio di ampie riflessioni e una modalità per allargare il dibattito intorno al rilancio del Turismo in Italia e la riflessione in ambito accademico, istituzionale, operativo, imprenditoriale, scolastico e soprattutto immaginando un diverso modello di gestione dei processi di crescita e di sviluppo dei territori dell'Italia, in particolare di quella minore,tenendo bene a mente tutte le azioni possibili a tutela e salvaguardia dell'ambiente. L'idea era già nata a Pavia dopo i lavori svolti negli anni 2004 e 2005 sui processi di attivazione di un turismo sostenibile all'interno della nostra Provincia, in seguito alle iniziative del progetto comunitario Equal Immagin@azioni.
I Forum sul Turismo sostenibile che abbiamo svolto successivamente in collaborazione con il Comune di Pavia e l'Università degli Studi di Pavia ci hanno indotto a continuare su questo ambito, sempre più convinte della necessità di immaginare nuovi modelli di sviluppo a beneficio dei territori e per un miglioramento effettivo delle condizioni di vita della popolazione. Abbiamo maturato la consapevolezza che il paesaggio, con l'ambiente e il territorio, costituisce il contesto in cui i cittadini e le cittadine vivono. L'occasione ha evidentemente radici profonde nella insoddisfazione delle comunità locali a causa della incapacità della politica di dare, dopo anni di risorse pubbliche spese per interventi di emergenza, risposte definitive per un rilancio dei territori, in un ambito coordinato. La trasversalità della tematica ha lo scopo di incentivare le Istituzioni, il Sistema delle Imprese, la cittadinanza e le Associazioni verso una comune azione per la tutela, salvaguardia e valorizzazione del territorio italiano e per trovare presto soluzioni per lo start up dell'Italia che verrà. Vogliamo tracciare, disegnare, realizzare, concretizzare, mappare, far vivere, una visione del nostro Paese più profonda, di totale immersione nel paesaggio rurale, di scoperta del patrimonio architettonico minore, di borghi e villaggi ignorati dal turismo. Il viaggio che stiamo iniziando è una narrazione che scava in profondità e ci rimette in contatto con le nostre radici. Torneremo a camminare. E sarà l'occasione per riscoprire gli itinerari più vicini, quelli che attraversano il nostro Paese, belli e possibili. In parallelo affronteremo, nella interconnessione riscoperta, il tema della crisi climatica come grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura delle persone e per questo più capaci di futuro. È una sfida di enorme portata quella che iniziamo oggi, che richiede il contributo delle migliori energie tecnologiche, istituzionali, politiche, sociali, culturali. Il contributo di tutti i mondi economici e produttivi e soprattutto la partecipazione attiva delle cittadine e dei cittadini.
Importante è stato ed è in questa direzione il ruolo dell'Enciclica Laudato Si di Papa Francesco. "Ce la faremo, ma non da soli" Già oggi in molti settori, dall'industria all'agricoltura, dall'artigianato ai servizi, dal design alla ricerca, siamo protagonisti/e nel campo dell'economia circolare esostenibile.
La nostra Green Economy rende più competitive le nostre imprese e produce posti di lavoro affondando le radici, spesso secolari, in un modo di produrre legato alla qualità, alla bellezza, all'efficienza, alla storia delle città, alle esperienze positive di comunità e dei territori. La coesione sociale è un fattore produttivo e coniuga l'empatia con la tecnologia. L'ITALIA è in grado di attivare grandi risorse e ricche esperienze. La sfida della pandemia e dell'emergenza sanitaria in atto sarà l'occasione per mettere in movimento il nostro Paese in nome di un futuro comune e migliore. Noi, in ogni caso, nei limiti delle nostre possibilità, lavoreremo in questa direzione, senza lasciare indietro nessuno/a, senza lasciare solo nessuno/a.

Programma dei lavori del 1 incontro:


Isa Maggi, Coordinatrice nazionale Stati Generali Donne

Rosaria Nelli , Presidente Stati generali donne Hub e Vice Presidente Consorzio Turistico Nazionale "Italia holiday Service"

Gianmarco Centinaio, Senatore della Repubblica Italiana
Francesco Stoppa, Professore ordinario del dipartimento di scienze psicologiche, della salute e del territorio dell'Università D' Annunzio di Chieti/Pescara.

Flavio Sangalli , Sociologo Docente di Leadership e Comportamento Organizzativo dell'Università di Milano Bicocca

Carla Martorella, Consulente Turistico Esperta di turismo dei Borghi, prodotti di prossimità

Daniele Marconcini, Consulta Lombardi nel Mondo

Andrea Frustagli, Assessore al Turismo del Comune di Stradella

Pier Achille Lanfranchi, Sindaco Comune di Fortunago, Borghi più belli d'Italia
Francesco Berzero, Sindaco Comune di Breme, Lomellina, Ecomuseo della Lomellina

Silvana Sperati, Fattoria delle Ginestre, Genestrello

Ilaria Canali, Donne in Cammino

Daniela Scotto di Fasano, psicoanalista, Il Cammino interiore

Giustiniano La Vecchia, imprenditore, podcast de Il viaggio

Maria Lippiello, Comitato Scientifico il sito della rete

Nicola Campitelli, Assessore alla Regione Abruzzo all'Urbanistica Territorio e Paesaggio.

Mauro Febbo, Assessore alle attività produttive, turismo, cultura e spettacolo della
Regione Abruzzo nonché coordinatore nazionale della Commissione Turismo e Industria Alberghiera della Conferenza delle Regioni e Pro

Chiedi informazioni Stampa la pagina