• facebook

Home » Chi siamo » Direttore editoriale » Editoriali » Oggi » Protagoniste
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Protagoniste

Il vocabolario italiano indica come "protagonista l'attore/attrice che nel teatro classico sosteneva la parte del personaggio principale ed oggi, l'attore o l'attrice che interpreta la parte principale in un lavoro teatrale, in un film o il personaggio principale di un'opera letteraria.

In un'interpretazione più estesa il protagonista è chi ha la parte principale in una vicenda, in un avvenimento della vita reale.
Ed è esattamente in questo squarcio estivo di vita reale, per l'esattezza nell'agosto 2006, che la donna è stata, suo malgrado, la protagonista.

Lasciamo stare il gossip, per favore, lasciamo stare le sfilate di moda, la cosmesi, la programmazione tv, si lasciamo stare.
Il protagonismo femminile di quest'estate non si tinge di rosa, si tinge di nero:

Hiina Saleem, 21 anni, è stata uccisa dal padre che voleva lavare l'onta di questa figlia che desiderava vivere non secondo le regole da lui imposte ma come tutte le altre ragazze italiane, ovvero come le ragazze del Paese che la ospitava insieme alla famiglia.
Una Donna che andava a lavorare la mattina presto, a Milano, è stata più volte violentata da un giovane marocchino senza che nessuno si accorgesse di niente.
Elena Lonati, una giovane donna di 23 anni, è stata uccisa con ferocia in chiesa dal sagrestano cingalese.
Manem, 34 anni tunisina, è stata uccisa dal marito per essersi rifiutata di abortire.
Natascha è stata rapita a Vienna nel 1998 e segregata per otto anni da un uomo che aveva costruito una prigione per lei; solo oggi è riuscita a fuggire.
JonBenet, Colorado, 6 anni, violentata e uccisa nel 1996 dal maestro, oggi reo confesso.

Contemporaneamente...un giudice a Chieti mette in libertà lo stupratore di una ragazza sedicenne perché non esiste il pericolo di fuga...
...anche se, secondo una stima Istat del 2002, si denuncia che solo in Italia 520 mila sono state le donne vittime di abusi e 132 quelle uccise in famiglia nel 2004...

Ad illuminare la notte ci sono stati il gesto di Ilia Pierantoni, una maestra elementare del piccolo paese di Orsogna, che ha lasciato venticinquemila euro in lascito ai suoi ex allievi, da gestire insieme in beneficenza e quello di di Iris, una giovane honduregna che è morta gettandosi in mare per salvare la bimba che le era stata affidata.

Ma questi gesti non sembrano che un'alba in mille notti.

Dols, Settembre 2006

Chiedi informazioni Stampa la pagina