• facebook

Home » Attualità » 8 MARZO TUTTO L'ANNO » STATI GENERALI DONNE - ALLEANZA DELLE DONNE DALLE PAROLE DEL CAMBIAMENTO ALLE AZIONI VERSO IL CAMBIAMENTO
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

STATI GENERALI DONNE - ALLEANZA DELLE DONNE DALLE PAROLE DEL CAMBIAMENTO ALLE AZIONI VERSO IL CAMBIAMENTO

Isa Maggi - Stati Generali delle Donne

L'Italia riparte con lo sguardo delle donne

Ripartire dai territori, ripartire dalle donne

Le donne al servizio dell'Italia
#ottomarzotuttol'anno

con il Patrocinio dell'Università degli Studi di Pavia e della Commissione Europea
Programma del mese di aprile e maggio 2021

#statigeneralidonne on line

in streaming sul canale youtube degli stati generali delle donne

https://www.youtube.com/channel/UCc8egOYFSK9q0-zGl2gBtdw

Alla luce della programmazione del piano di utilizzo delle risorse del Recovery Fund che gli Stati membri riceveranno dall'Europa, è sempre più necessario uno sguardo di genere nella formulazione delle proposte ed è necessario che una parte di questi fondi siano destinati al lavoro delle donne, alle infrastrutture sociali, alla formazione, all'auto-impiego e auto-imprenditorialità femminile.

Questa nostra progettualità è stata alla base del lavoro che abbiamo svolto su Zoom da giugno 2020 ed è alla base degli elementi fondativi dell'Alleanza delle Donne.

In questi mesi abbiamo assistito ad ogni genere di dimenticanza nei confronti delle donne, ridotte ad essere madri, lavoratrici, assistenti, considerate importanti per il lavoro di cura ma il cui pensiero non è stato ritenuto fondamentale nella costruzione di politiche e strategie per la ripresa economica e sociale del nostro paese.

Siamo stanche di essere il segmento debole del mercato del lavoro e della società che deve essere #incluso perpetuando con questo termine un metodo ed una visione di noi donne subordinate al paradigma maschile, messe in in vetrina senza nessuna dimensione di soggettività o di parola, ridotte ad essere solo insegne del potere maschile.

In questi mesi, durante i nostri 150 incontri pomeridiani e serali, è' emersa forte la volontà di dare concretezza alle nostre idee, alle nostre ricerche, ai nostri studi ma chi ha la responsabilità della ripresa economica, sociale e culturale del nostro paese non ha finora ritenuto necessario ascoltare le nostre proposte per tradurle in opere e azioni concrete.

#Oraomaipiù!

Siamo in una fase di profondo cambiamento e noi donne abbiamo la responsabilità di essere parte attiva di questo cambiamento.

Abbiamo dato vita a idee, a soluzioni e a progetti nella consapevolezza che dalla crisi economica senza precedenti scatenata dalla pandemia Covid19 ne usciremo solo tutti e tutte insieme, per promuovere un confronto tra Istituzioni e le Comunità,per creare un dibattito affinché possano essere assunte scelte con piena consapevolezza.

Le parole che abbiamo adottato sono interdipendenza, interconnessione, lavoro, dignità, sostenibilità, innovazione,condivisione,solidarietà, unitarietà

Il raggiungimento dell'uguaglianza tra donne e uomini e l'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne sono diritti umani fondamentali e valori delle Nazioni Unite.

Nonostante ciò, le donne in tutto il mondo subiscono regolarmente violazioni durante il loro ciclo di vita e la realizzazione dei diritti umani delle donne non è sempre stata oggetto di un'attenzione prioritaria.

Il raggiungimento dell'uguaglianza tra donne e uomini richiede una comprensione completa dei modi in cui le donne subiscono la discriminazione e viene negata l'uguaglianza. Questa comprensione facilita lo sviluppo di strategie appropriate per l'eliminazione di tale discriminazione e misure per il raggiungimento dell'uguaglianza tra donne e uomini.

Le realtà delle donne cambiano costantemente, con nuove manifestazioni di discriminazione ed anche l'intersezione di forme di discriminazione e la combinazione di fattori come sesso, età, etnia, nazionalità, religione, stato di salute, stato civile, istruzione, disabilità e stato socio-economico hanno un impatto specifico sulle donne, che deve essere preso in considerazione con risposte adeguate.

I social media e i media in generale si sono dimostrati un potente veicolo per portare le questioni relative ai diritti delle donne all'attenzione di un pubblico più ampio, galvanizzando l'azione per le strade delle città di tutto il mondo e incoraggiando i responsabili politici a intensificare gli impegni per l'uguaglianza di genere.

Restano degli ostacoli nel tradurre le azioni a vantaggio delle donne verso un cambiamento sistemico, attraverso la politica.

Durante i prossimi mesi primaverili ed estivi affronteremo i temi per passare dalle parole alle azioni verso il cambiamento, ripartendo dai territori, ripartendo da noi donne.

I principali temi in primo piano sono:

Lavoro femminile per un Piano Nazionale per l'Occupazione

Women in Business Act e le imprese delle donne

Il ruolo delle Città

Integrazione di genere

Rappresentanza

Violenza contro le donne

Donne, pace e sicurezza

Diritti economici, sociali e culturali delle donne

Diritti civili e politici delle donne

30/03/2021

Chiedi informazioni Stampa la pagina