• facebook

Home » Appuntamenti » 9/10 settembre: Feminism | Le presentazioni di inizio settembre
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

9/10 settembre: Feminism | Le presentazioni di inizio settembre

9 settembre 2021 ore 18:

"La generazione del deserto. Storie di famiglia, di giusti e di infami durante le persecuzioni razziali in Italia" di Lia Tagliacozzo

In presentazione con l'autrice dialoga Anna Segre

Lia Tagliacozzo è ebrea, figlia di due sopravvissuti alla Shoah. Quando nel 1938 vennero promulgate le leggi razziali, i suoi genitori erano bambini: durante le persecuzioni il padre si salvò per caso da una retata e restò nascosto in un convento per tutti i mesi dell'occupazione, la madre si rifugiò in un casolare di campagna e poi, dopo la fuga attraverso le Alpi, in un campo di internamento in Svizzera. Ma di tutto questo a casa di Lia si è sempre parlato poco.
E lei, da sempre, ha tentato di ricostruire la storia della sua famiglia cucendo insieme le poche informazioni, riempendo i buchi della memoria, indagando tra le omissioni e le rimozioni. Ha scritto tanto, negli anni, trasformando in romanzo le vicende degli ebrei italiani, e ora ha deciso di raccontare la propria storia.
Perché non è vero che le generazioni nate dopo la persecuzione sono pacificate e serene: è come se attraversassero un deserto. Quel deserto che, nella Bibbia, è una progressiva assunzione di responsabilità, la costruzione di uno spazio che lascia liberi gli interrogativi, perché è la possibilità di domandare ciò che rende libero l'essere umano.
Qui la recensione al volume di Davide Bitussa apparsa su Il sole 24 ore Domenica

PRENOTA UN POSTO PER LA PRESENTAZIONE

10 settembre 2021 ore 17.30: "La donna gelata" di Annie Ernaux

In presentazione intervengono Chiara Tagliaferri e Lorenzo Flabbi

L'educazione sociale, sentimentale e sessuale di una donna dalla provincia francese degli anni Quaranta alla temperie di liberazione degli anni Settanta. Le scoperte e i tabù dell'infanzia, gli ardori e i conformismi dell'adolescenza, gli anni trepidi e indipendenti dell'università, ingolfati di amori e di scelte, finché i mille bivi della giovinezza non convergono in un'unica via dalla forza di attrazione quasi irresistibile: il matrimonio, la fondazione di una famiglia. E qui lo squilibrio di ruoli e mansioni tra moglie e marito, tra madre e padre condanna l'autrice alla glaciazione dell'interiorità e del desiderio. In un continuo contrappunto tra le proprie esperienze e i modelli imposti dall'onnipresente universo maschile – nel sussidiario delle elementari come nei riti collettivi della gioventù e nei luoghi comuni sulla "femminilità" –, Annie Ernaux descrive con precisa passione l'apprendistato alla disparità di una donna, consegnandoci con spietata limpidezza un'impareggiabile radiografia della moderna vita di coppia.

PRENOTA UN POSTO PER LA PRESENTAZIONE

Feminism | Fiera dell'Editoria delle Donne
feminismfiera@gmail.com
Facebook
Instagram

Questa email è stata inviata a martaajo43@gmail.com
Ricevi questa email perché sei iscritto a Feminism

Chiedi informazioni Stampa la pagina