• facebook

Home » Appuntamenti » 15 aprile, #statigeneralidonne on line: 10° Incontro Forum Turismo sostenibile
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

15 aprile, #statigeneralidonne on line: 10° Incontro Forum Turismo sostenibile

dalle 18 alle 20,00

Ripartiamo dalle Donne e dai territori

E' tempo di mettersi in cammino

Collegati qui:

https://us02web.zoom.us/j/89971578239?pwd=cmJIVGFxR0IydnFSSmxYaU9NNC96dz09

Coordina e introduce Isa Maggi

La marcia in più delle donne

A uno sguardo ai dati relativi all'occupazione femminile, emerge che le donne che lavorano continuano a essere meno degli uomini e la parità di retribuzione oraria è in molti casi ancora un traguardo lontano. Un fenomeno che si fa più allarmante al Sud dove, stando al rapporto Svimez del 2020, il tasso di occupazione femminile è di oltre 30 punti inferiore alla media europea.

In un contesto tanto poco incoraggiante, una luce di speranza si intravvede nel settore del turismo, che si sta rivelando sempre più redditizio e soddisfacente per il mondo femminile.
Secondo l'Osservatorio dell'Imprenditoria femminile di Unioncamere e InfoCamere, sulla base degli aggiornamenti al 30 giugno 2020, le imprese femminili del turismo e del tempo libero in Italia sono oltre 148 mila, pari al 29,5% del totale delle realtà del comparto.
Le aziende in rosa sono fortemente concentrate nel segmento della ristorazione, con 56.152 attività. Buoni riscontri anche dal settore degli alloggi per vacanze e quello degli alberghi, agenzie di viaggio e di cultura. Complessivamente, in quattro anni, la crescita di queste realtà è stata dell'8,7%, con quasi 12 mila imprese in più.
D'altra parte, il turismo è una delle voci di bilancio più rilevante per il nostro Paese, tra i più ricchi al mondo per la presenza di beni culturali. Siti storici, monumenti di grande valore, immensi parchi naturali e spiagge dalle acque cristalline: le opportunità sono innumerevoli.
Non a caso, nel 2018 il settore ha contribuito al Pil italiano per il 13,2%, per un totale di 232 miliardi di euro (dati Federturismo). Non è difficile quindi intuire come il comparto sia un'occasione importante per l'imprenditoria "in rosa", che trova qui un terreno privilegiato per avviare un'impresa femminile.
Purtroppo e come noto, ha inciso in maniera fortemente negativa sull'andamento del comparto l'emergenza pandemica ancora in corso.

Per quale motivo le donne trovano ampio posto nel settore turistico e delle vacanze?
Qual è il valore aggiunto del turismo in rosa?

Gli aspetti da considerare sono diversi.

La relazione, ovvero la capacità di creare empatia con l'ospite.
La particolare cura dei dettagli, che contribuire al piacere e al relax.
L'accoglienza.

Per tutti questi motivi, è sempre aperta la ricerca di figure femminili nei lavori per i quali occorre stretto contatto con la clientela e aumentano le opportunità di crescita e specializzazione nel campo.

Al fine di agevolare la professionalità della figura femminile, occupata e impegnata su più fronti, occorrerebbe:

– definire un capitolo di sostegno economico specificamente a favore dell'imprenditoria femminile in ambito di promozione turistica e culturale;

– favorire maggiormente le reti d'impresa femminili con sgravi economici e procedure semplificate di avvio;

-.valorizzare le competenze e le attitudini con la programmazione di adeguati percorsi formativi;

– migliorare il piano di regolazione della contrattazione stagionale;

– assicurare maggiore sicurezza sui posti di lavoro e nuove forme di indennizzo in caso di incidenti/infortuni;

– introdurre il servizio di baby sitting aziendale;

– garantire il rispetto delle politiche dell'Oil sulla maternità e sulla responsabilità di assistenza;

– far fronte al problema della mancanza di leadership femminile di alto livello negli spazi decisionali del settore privato, degli enti e agenzie del turismo del settore pubblico.

Ospite del mese:

Procida, capitale italiana
della cultura 2022.

Le rotte ci portano in un luogo, Procida.

Potenza di immaginario e concretezza di visione ce la mostrano come capitale esemplare di dinamiche relazionali nonché di cura dei beni naturali.

Procida è aperta.

Procida è l'isola che non isola, laboratorio culturale di felicità sociale.

L'assessore al turismo del Comune di Procida Leonardo Costagliola in un dialogo con Maria Lippiello

Presentazione dell'ambassador Cristina Muntoni

Diffonde la realtà culturale della Sardegna con la rete Preistoria in Italia, che promuove il lavoro di ricerca dell'archeologa Marija Gimbutas https://www.preistoriainitalia.it/), con il Centro studi identità e memoria (https://www.cesimsardegna.com/

Varie pubblicazioni: Sardegna al femminile, Storie di donne dimenticate, con cui ha raccontato storie di grandi donne sarde dimenticate dalla storia proprio perché donne.

Svolge attività divulgativa con conferenze e seminari.

VIAGGIO NELL'ITALIA DEI BORGHI

La scrittrice Adriana Maria Soldini presenta il Borgo di Parlasco attraverso le parole del Sindaco Renato Busi

Salvo Iavarone Presidente di Asmef e Silvana Virgilio, Vice presidente

Un aggiornamento sull'attività nei borghi

Cristina Placidi e i camperisti, un aggiornamento

Ospite il Sindaco del Comune di Romagnese

Maria Lippiello e il sito del Forum, un aggiornamento

Alleanze

Asmef

Rete dei cammini

Donne di terre

Laudato si

Rete dei Gal in Sicilia

Rete Nazionale Donne in Cammino

Rete Borghi più belli d' Italia

Camper Club Cento Torri Pavia

Chiedi informazioni Stampa la pagina