• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2018 » Via libera al divorzio con l'app che aiuta a gestire i figli senza conflitti tra i genitori
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Via libera al divorzio con l'app che aiuta a gestire i figli senza conflitti tra i genitori

Sì al ricorso congiunto delle parti che accettano di seguire il progetto Anthea: i genitori comunicano solo tramite l'applicazione, prova ineludibile dei rapporti. Un cruscotto per giudici e assistenti sociali

Arriva il divorzio con l'app per gestire i figli senza guerre fra ex coniugi.
Accolto il ricorso congiunto delle parti che s'impegnano a seguire il progetto Anthea, creato dall'avvocato Gianni Casale per ridurre la conflittualità post matrimonio fra papà e mamma: una guerra che si ritorce sempre contro i bambini.
Per tutto ciò che riguarda i minori, i genitori interagiscono soltanto tramite l'applicazione telematica: resta tutto scritto, insomma, ed è "prova ineludibile e incontestabile dalle parti" di come sono improntati i rapporti. Nella specie il giudice recepisce le condizioni concordate dagli ex perché sono "nell'interesse della prole" oltre che "non contrarie alla legge".
È quanto emerge dalla sentenza 2259/17, pubblicata il 28 dicembre scorso dalla seconda sezione civile del tribunale di Modena (giudice relatore Sira Sartini).

Chiedi informazioni Stampa la pagina