• facebook

Home » Donne Oggi » Appelli e Comunicati » Donne Doc e il futuro del vino
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Donne Doc e il futuro del vino

"Il vino del futuro dovrà piacere ai giovani di oggi, la parola chiave è innovazione continua.
Le idee migliori? Vengono nei momenti di relax, da un confronto diretto e schietto, come solo le donne sanno fare".

Parola di Donato Lanati, enostar fondatore del Centro Ricerche Enosis Meraviglia, che ha così dato il benvenuto a
oltre 30 imprenditrici vitivinicole venute a Fubine (AL) per l'evento "#DonneDoc e il futuro del vino", promosso
da GammaDonna in collaborazione con il Gruppo finanziario Azimut lo scorso 18 maggio.

Gli ingredienti c'erano tutti: donne, confronto, innovazione e relax. In un clima informale, le protagoniste hanno
vissuto un'intensa giornata di lavoro, raccontando la propria storia, tra successi e difficoltà, e cercando di individuare
insieme le leve strategiche per cavalcare il cambiamento in atto nel settore.

Tra testimonianze – Pia Donata Berlucchi, storico marchio della Franciacorta, Violante Gardini della Tenuta Cinelli
Colombini, e Renata Cellerino, delegata regionale dell'associazione "Donne del vino" – e momenti di edutainment,
le partecipanti hanno discusso del contributo delle donne imprenditrici al futuro del vino. Identificando alcune parole
chiave: Ricerca, potenziamento della Comunicazione e dei nuovi strumenti digitali e nuove modalità di Aggregazione
per competere – come sistema – sui mercati esteri.

Alle esigenze di poter disporre di assistenza qualificata e di strumenti finanziari idonei ha risposto Azimut, attraverso
gli interventi del co-amministratore delegato Paola Mungo e di Vincenza Belfiore e Fulvia Beltrami, entrambe
Wealth manager del Gruppo e sponsor dell'evento.

Se siete curiosi e volete saperne di più, qui trovate lo storytelling


Chiedi informazioni Stampa la pagina