• facebook

Home » La memoria » Memoria in versi » Memoria in versi: La tata
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Memoria in versi: La tata

di Alessandra Palombo

Con rimproveri e sorrisi,
carezze e insegnamenti,
tra finestre spalancate
e colpi ai materassi,
metteva in riga la famiglia.
Entrava a casa la mattina,
intingeva la spada nell'affetto
e accendeva il giorno
la nostra tata,
la nostra terza nonna.

Fotografia: Mim, Museo interattivo delle migrazioni di Belluno - Mei, Museo Nazionale dell'emigrazione Italiana.

Chiedi informazioni Stampa la pagina