• facebook

Home » Attualità » Appelli - Comunicati - Segnalazioni » Uomini illuminati, Edizione 2017
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Uomini illuminati, Edizione 2017

COMUNICATO STAMPA

UOMINI ILLUMINATI
EDIZIONE 2017
PAVIA, UNIVERSITA' DEGLI STUDI
AULA FOSCOLO
2 DICEMBRE 2017

Sabato 2 dicembre presso l'Università di Pavia nell'ambito delle attività degli Stati Generali delle donne sulla violenza maschile di genere si è svolta la cerimonia di premiazione degli UOMINI ILLUMINATI, prima edizione.
Il premio nasce dalla consapevolezza che finché il dibattito di genere rimane solo un problema delle donne, non andrà lontano.
Il "genere" non è solo questione di raggiungere le pari opportunità per le donne e gli uomini. La parità di genere è anche una questione di sviluppo economico.
Il messaggio non è nuovo, ma ancora non è stato sufficientemente portato all'attenzione di tutti i responsabili politici.
Come può un paese privarsi volontariamente del potenziale umano di metà della sua popolazione? Il costo economico è enorme.
Sono ancora troppi gli ostacoli e troppi i decenni che dovremo ancora affrontare prima di raggiungere una reale parità.
Per ridurre la disuguaglianza di genere e garantire uno sviluppo sostenibile abbiamo bisogno di allearci con gli "Uomini illuminati".
Uomini che si mettono con noi a tavolino, lavorano con noi, condividono passione e prospettive future di cambiamento.
E sottoscrivono con noi un "Patto per le Donne".
Il 2 dicembre a Pavia, presso l'Università degli Studi abbiamo premiato i primi 9 "Uomini illuminati"che abbiamo incontrato durante lo svolgimento degli Stati Generali delle Donne in tutte le Regioni italiane.

I premiati per l'edizione 2017 e le motivazioni:

Bruno Marasà
Direttore Parlamento europeo Ufficio d'Informazione a Milano
Negli anni Bruno Marasà ha manifestato un costante proprio impegno a favore dei diritti delle donne e dell'uguaglianza di genere. Ha incoraggiato e promosso attività di informazione e di sensibilizzazione delle politiche volte a favorire l'accesso paritario delle donne e delle ragazze all'istruzione e alla formazione professionale e a contrastare ogni forma di violenza contro le donne e le ragazze nella sfera pubblica e privata quale grave violazione della loro integrità fisica e psicologica.
Per la costante attenzione a riunire tutte le parti interessate a coordinare le loro azioni al fine di produrre i necessari cambiamenti.

Enrico Vignati
Sindaco Comune di Inverno e Monteleone.
Componente del Comitato Direttivo dell'Associazione Nazionale dei Piccoli Comuni Italiani.
Da sempre al fianco di noi donne, si è prodigato per attivare servizi a favore delle donne e dell'infanzia sul suo territorio. Con lui è stato avviato un asilo all'interno del Comune, e lui è stato fautore del progetto dello Sportello Donna all'interno del Municipio. Autore di libri sulle identità culturali della Bassa pavese è convinto sostenitore di battaglie a tutela dell'ambiente. Negli ultimi anni ha coinvolto centinaia di Comuni sulla necessità di installare una Panchina rossa sul territori comunali, come simbolo e ricordo delle vittime di femminicidio e a sensibilizzare le coscienze di fronte al dramma della violenza.
La Panchina Rossa è un oggetto della quotidianità, è il simbolo che più di ogni altro rappresenta il luogo d'incontro delle comunità, anche nelle sperdute realtà dell'Italia dei piccoli Comuni Italiani.

Luca Aschei
Sociologo, formatore, ricercatore
Nel 1986 Luca Aschei inizia l'attività dello Studio con la collaborazione con la CCIAA di Savona per la formazione dei corsi alla legge 81 e per la promozione del giornale della Camera. In quasi trent'anni di lavoro Luca Aschei ha lavorato per diverse realtà nel territorio nazionale e internazionale, in supporto ad Aziende ed Enti pubblici desiderosi di crescere e ottimizzare i loro processi e competenze per un miglior posizionamento sul mercato, per ottenere una semplificazione delle procedure e per migliorare i loro processi. Ha lavorato con l'Università Bocconi all'interno del corso di specializzazione in Economia del turismo e con l'Università di Genova ad ingegneria gestionale in seminari di relazione con la clientela.
Attualmente Luca Aschei affianca le aziende nella mappatura dei processi al fine di migliorare la gestione con una reingegnerizzazione atta a raggiungere gli obiettivi di risparmio e fatturato migliorandone la marginalità. Dall'immagine coordinata al piano industriale con la collaborazione interna ed esterna dei migliori professionisti dei settori in campo nazionale.
Con una visione di genere.

Riccardo Bettiga
Presidente dell'Ordine degli Psicologi della Lombardia, componente dell'Ordine Nazionale.
Svolge attività clinica nell'ambito della psicoterapia, della consulenza psicologica individuale, alla copia, alla famiglia. Consulente e responsabile di Servizi in ambito educativo.
Riccardo Bettiga ha contribuito al dibattito regionale sui temi della violenza maschile di genere e lo ha fatto nell'ottica di dare una maggiore visibilità anche alla professione dello psicologo come figura chiave nel sostegno alle vittime.
Al centro delle attività presso la Casa della Psicologia di Milano Riccardo Bettiga ha posto il messaggio che le violenze fisiche, sessuali o psicologiche, incluse le minacce, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà sono tutte violenze "che lasciano ferite e lividi sopra e sotto la pelle" e come tali vanno prevenute, contrastate e curate.
L'aver fortemente voluto la Panchina Rossa presso l'Ordine degli Psicologi della Lombardia rappresenta per Riccardo Bettiga un monito preventivo generale e anche il simbolo dell'importanza dell'intervento e del supporto psicologico professionale quale aiuto fondamentale che le Istituzioni devono garantire ad ogni donna e ad ogni bambina e bambino in tutti i casi di violenza e discriminazione e in tutte le condizioni di bisogno.

Fabio Roia
Magistrato dal 1986, eletto componente del Consiglio Superiore della Magistratura per la consiliatura 2006-2010, ricollocato in ruolo presso il Tribunale di Milano con funzioni di presidente di collegio nella sezione penale competente per la trattazione di affari riguardanti reati commessi in danno di soggetti deboli. Attualmente Presidente di Sezione del Tribunale di Milano. In precedenza è stato Pubblico Ministero presso la Procura di Milano dove si è occupato sempre di reati connessi alla violenza contro donne e minori.
E' componente, in rappresentanza di tutto il sistema giudiziario lombardo, del tavolo permanente in tema di interventi di prevenzione, contrasto e sostegno a favore di donne vittime di violenza istituito da Regione Lombardia.
E' stato premiato dal Corpo Consolare della Lombardia per il suo impegno a favore delle donne straniere.
Collabora al blog del Corriere della Sera "La 27 ora".
Autore di molte pubblicazioni. L'ultimo libro, uscito in libreria il 28 novembre per Franco Angeli, è una raccolta di politiche, leggi e buone pratiche in materia di contrasto di violenza di genere. "Crimini contro le donne" è un libro poliedrico in quanto presenta tratti narrativi ed è corredato da una serie di strumenti utili per chi "deve poi concretamente operare con la sofferenza".
"Non è mail l'8 marzo" è il titolo del capitolo introduttivo e racconta tutto ciò che si nasconde veramente dietro il dramma della violenza maschile di genere, delle difficoltà ad operare, i pregiudizi esistenti,gli effetti anche terapeutici di un processo penale condotto con sensibilità e competenza.
Per questa sua sensibilità, competenza e capacità di leggere l'animo umano e di portare conforto alla donne vittime di violenza Fabio Roia è tra gli "Uomini illuminati".

Gianfranco Magenta
Laureato in giurisprudenza, molti anni trascorsi come funzionario nel comune di Lomello, letterato, poeta, appassionato della sua Lomellina e di storia locale, saggista e cultore del "buon leggere".
Autore insieme alla moglie Tina di diverse opere di storia locale tra cui una bella ricerca sull'Oratorio S.Rocco restaurato di recente.
Cofondatore con Tina della " Biblioteca Giovannini-Magenta" a Lomello per valorizzare 10mila volumi, in gran parte appartenuti a Romeo Giovannini, letterato lucchese vissuto a Lomello dal 1971 al 2005, che fu anche amico di Gadda e Quasimodo e giornalista (fondò infatti con Enrico Mattei "Il Giorno"). Cosi dice Gianfranco: "Prima di morire, Giovannini ci confidò di voler perpetuare il sapere contenuto nella sua straordinaria raccolta. Noi abbiamo deciso di favorirne la continuità permettendo a chi ne abbia necessità, per studio o per diletto, di accedere alla grande biblioteca". "Sugli scaffali ci sono libri di arte, storia, viaggi, filosofia, religione. Un potenziale enorme che abbiamo catalogato con cura. Ci sono, ad esempio, oltre duecento volumi francesi che vanno dalla fine del '600 al secolo scorso. Ci sono libri autografati dagli autori, l'intera storia delle religioni e dei papi".
Una grande opportunità e una situazione non comune, quella di una dotata biblioteca privata che si apre al pubblico, come segno di continuità di un patrimonio che non può e non deve languire sotto la polvere dell'oblio. Un segno di condivisione importante sotto il profilo della diffusione culturale.

Cesare Pastarini
Sposato, papà di due femmine, giornalista della Gazzetta di Parma, autore di "Parma Rock", il primo libro sulle giovani band della città, ha svolto servizio di volontariato per dodici anni in una comunità di minori. Ha partecipato alle edizioni de "Lo Sfogliandolo", rassegna letteraria del Comune di Parma rivolta a bambini della scuola primaria. Autore dell'audiolibro e del blog "Il papà delle favole".
Cesare scrive:"C'è bisogno di insegnanti che sappiano e insegnino che i mulini a vento occupano poche righe delle centinaia di pagine del "Don Chisciotte" ...Insegnanti che collaborino fra loro, ad esempio. Oppure che conoscano e amino il Teatro, il Cinema, l'Arte. Una parola sola: EMOZIONI."
Componente dell'associazione "Maschi che si immischiano".
"Negli ultimi 10 anni Parma ha registrato un tragico primato: è tra le "capitali" dei femminicidi. Nessuno di noi – si legge sul sito - può e deve pensare di non sentirsi coinvolto in questo dramma, né può e deve pensare di non poter contribuire a cancellarlo.
Soprattutto noi uomini".

Luciano Anelli
Ingegnere progettista di Aeroporti a Roma, creatore della SEAP, ora Aeroporti di Puglia, suo primo direttore generale, segretario Regione Puglia di Federmanager nella sezione dei dirigenti di aziende industriali, Consigliere di Amministrazione della Fondazione IDI di Milano per la formazione dei dirigenti di azienda Confapi, giornalista pubblicista del magazine milanese Dol's Donneonline, comunicatore, fotografo e divulgatore della cultura del femminile.
Socio di associazioni femminili pugliesi e nazionali, operatore delle Pari Opportunità per le PMI, ruolo riconosciuto dal Ministero del Lavoro dall'anno 2000. Presentatore di libri scritti da donne ed organizzatore di rassegne letterarie per donne/uomini e valorizzarne la differenza e la complementarietà. Conoscitore ed assertore dei principi e dei valori della democrazia paritaria e promotore in Puglia e sul territorio nazionale di eventi e di manifestazioni a favore del ruolo femminile nella società e nella politica.

Ivano Villani
Poeta

Chiedi informazioni Stampa la pagina