• facebook

Home » Norme giuridiche » Anno 2018 » Anche se non consultato il genitore non convivente deve pagare le spese straordinarie per il minore
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Anche se non consultato il genitore non convivente deve pagare le spese straordinarie per il minore

La mera violazione dell'obbligo di concertazione non legittima il rifiuto del contributo, che deriva dall'interesse superiore del figlio e non da un vincolo contrattuale. Oneri al 30% alla disoccupata - Sentenza, 31 maggio 2018


Il genitore separato non convivente col minore risulta tenuto a pagare le spese straordinarie per il figlio reclamate dal collocatario anche se non è stato interpellato al momento in cui gli oneri risultano sostenuti. E ciò perché l'obbligo deriva in definitiva dal best interest del minore, a patto che l'esborso sia effettivo e proporzionato: in tal caso è escluso che possa essere opposto un legittimo rifiuto al contributo. È quanto emerge dalla sentenza 8/2018, pubblicata dalla prima sezione civile della Corte di appello di Catanzaro.



Chiedi informazioni Stampa la pagina